ARTE & CULTURA

La notte folle del contemporaneo: arte e storia tra passato e presente

La notte folle del contemporaneo

Cos’è l’arte contemporanea, cos’è la storia e qual è il loro rapporto? Queste domande saranno al centro dell’evento La notte folle del contemporaneo, che si svolgerà tra l’8 e il 9 dicembre a Parigi. Il tema principale sarà il tempo, in particolare il “Contemporaneo” e le sue diverse sfaccettature, messe in relazione con l’arte. L’incontro è organizzato dalla galleria Neri Contemporary Art, in collaborazione con l’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) e Latérale. Luogo dell’evento (che inizierà a mezzanotte e terminerà alle 5 del mattino) sarà la sede dell’association Les Garibaldines, al 20 di rue des Vinaigriers, nel decimo arrondissement.

Folle notte del contemporaneo Parigi

Foto: © Facebook – Nery Contemporary Art.

Gli incontri non-stop de La notte folle del contemporaneo (La folle nuit du contemporain) affronteranno la relazione tra passato e presente nell’arte (ma non solo). La storia, il tempo, il luogo e l’artista rappresentano alcuni dei punti chiave su cui riflettere per scovare l’essenza stessa dell’arte contemporanea. Le discussioni verteranno inoltre sulla percezione dell’opera da parte del pubblico e del risultato che essa produce (anche in base al contesto). Il punto di partenza del discorso è costituito dal comprendere come storia e arte si intreccino per la realizzazione di opere proiettate nel futuro.

Tra gli artisti che interverranno durante La notte folle del contemporaneo, saranno presenti: Andrea Abbatangelo, Giuseppe Schillaci, Francesco Forlani, Simone Goggiano, Edith Longuet Allerme, Kyoo Seok Choi e Ignacio Cañete Sánchez (probabile la presenza anche di Remy Gastambide e Hassene Hamaoui). Gli artisti, oltre ad intervenire durante i dibattiti e gli eventi, esporranno anche le loro opere d’arte. Alcune esposizioni “effimere” verranno create dagli artisti direttamente sul posto, nella sede ANPI Parigi, luogo dove l’arte contemporanea può incontrarsi con la storia dell’Italia partigiana.

La notte folle del contemporaneo: arte e storia e… moda

Durante l’evento parigino promosso dall’ANPI, verrà dedicato un piccolo spazio anche al mondo della moda. L’aspetto artistico di quella che alcuni considerano l’antitesi dell’arte (in quanto votata al consumismo), verrà messo in mostra grazie al progetto “Bogobo – Burkina Faso Italy Cooperative Fashion”, della sartoria torinese “Il Gelso – Sartoria Sociale”.

Notte folle del contemporaneo ANPI

Foto: © Facebook – Gelso Sartoria Sociale.

I dibattiti che animeranno La notte folle del contemporaneo, saranno registrati per conservare un archivio tematico dell’evento. La folle nuit du contemporain è aperta a tutti, previa iscrizione obbligatoria sul sito Eventbrite (il prezzo del biglietto è di 6,84 euro). Nel corso della lunga notte intrisa di arte contemporanea e storia non mancheranno momenti conviviali con degustazione di piatti della tradizione italiana. Evento imperdibile per tutti gli amanti dell’arte.

Antonello Ciccarello

Autore: Antonello Ciccarello

Siciliano di nascita, nel 2012 consegue la laurea triennale in Giornalismo per Uffici Stampa all’università di Palermo e, nel 2014, la laurea magistrale in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l’università di Parma. Amante dei Beatles, dei viaggi e interessato a tutto ciò che riguarda la cultura, la politica e la società, scrive per raccontare il mondo.

La notte folle del contemporaneo: arte e storia tra passato e presente ultima modifica: 2017-12-06T13:08:25+00:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Commenti

To Top