ARTE & CULTURA

Lorena Canottiere: la sua graphic novel “Verdad” vincitrice del Grand Prix Artémisia 2018.

Lorena Canottiere

La storia del Grand Prix Artémisia è interessante e affascinante. Da undici anni l’associazione francese Artémisia assegna il 9 gennaio, nel giorno di nascita di Simone de Beauvoir, un premio alla migliore graphic novel scritta da una donna. Il riferimento è ad Artemisia Gentileschi, la pittrice caravaggesca vissuta all’inizio del ’600. L’opera premiata quest’anno è Verdad di Lorena Canottiere. Il fatto che sia stata scelta una storia con un’eroina femminile ci fa capire come davvero la donna sia l’elemento cardine in questo contesto.

Lorena Canottiere

La premiazione di “Verdad” in occasione del Grand Prix Artémisia a Parigi il 9 gennaio. (Credits di Lorena Canottiere.)

Quest’anno, dunque, la premiazione è tutta italiana. Una bella soddisfazione, visto che in Francia la cultura dell’illustrazione e della graphic novel è più vivida che in Italia. Questo è possibile anche e soprattutto grazie a gallerie e librerie specializzate, in cui il tocco italiano non manca.

Verdad: la passione e la politica ai tempi della Guerra civile spagnola nella graphic novel di Lorena Canottiere.

Pubblicata in Italia da Coconino Press e in Francia da Ici Même, l’opera narra una vicenda profonda, intima e intensa. Il punto di vista è quello femminile sullo sfondo politico della Guerra civile spagnola. Racconta della politica fatta dalle donne, da una in particolare, Verdad, un’eroina forte e allo stesso tempo fragile nella sua umanità, caparbia e indimenticabile.

Lorena Canottiere

La copertina di “Verdad”. (Credits di Lorena Canottiere.)

Verdad ha otto anni e vive sui Pirenei. Di sua madre sa pochissimo, l’elemento ricorrente nei suoi ricordi è Monte Verità, la comune di stampo matriarcale realmente esistita in Svizzera in cui lei è fuggita. Negli anni, la storia di Verdad, ormai adulta, si intreccia a quella di sua madre in un comune desiderio di libertà. Anche lei, infatti, decide di abbandonare il villaggio in cui è cresciuta e si arruola con le Brigate Internazionali per combattere contro il franchismo.

Il racconto descrive con poesia ed emozione le vicissitudini della protagonista. L’intensità è resa anche dal colore usato in maniera superba. Il giallo, l’azzurro e il rosso sono sovrapposti a creare le sfumature e le tonalità, bilanciando ampie pennellate e tratti più “graffiati”. Le tavole sono intervallate da cesure che, tramite il bianco, il nero e il rosso, lasciano spazio a metafore tratte dal mondo arcaico e rurale.

Lorena Canottiere

Verdad nel bosco. (Credits di Lorena Canottiere.)

I temi trattati da Lorena Canottiere sono diversi e ben dosati tra di loro: crescita, abbandono, solitudine, amore, passione, libertà, giustizia, veritàVerdad, Verità: il nome della protagonista è evocativo ma ambivalente al tempo stesso. Dove si trova la verità assoluta? Esiste veramente? Inoltre il richiamo costante con Monte Verità è evidente. Quel prototipo di “comune”, prima che il concetto fosse definitivamente sdoganato verso gli anni ’60, racchiude in sé la ricerca della verità assoluta nell’uomo libero.

Lorena Canottiere, la rivelazione del Grand Prix Artémisia 2018.

La qualità artistica e letteraria di questo magnifico album e la sua maturità hanno convinto la giuria all’unanimità. La duplice lotta dell’eroina contro la dittatura del fascismo e contro le oppressioni morali e religiose genera un racconto potente e coinvolgente. Lo stile libero, creativo e sapiente di Lorena Canottiere toglie letteralmente il fiato. Sovrapponendo in maniera intelligente dei tocchi di colore vivo al tratteggio e alle striature, le immagini di Lorena sono anche dei quadri di grandissima espressività”. Questo è quanto scritto nel comunicato diffuso in occasione della premiazione dell’opera.

Lorena Canottiere

Lorena Canottiere: sua è la vittoria quest’anno del Grand Prix Artémisia. (Credits di Lorena Canottiere.)

Lorena Canottiere è un’artista e illustratrice italiana. Da anni collabora con riviste come La Lettura del Corriere della Sera, il Corrierino e Internazionale tra le altre. Lavora anche nel mondo dell’editoria e in ambito teatrale. I suoi lavori sono conosciuti e apprezzati a livello internazionale. Per conoscere un po’ meglio le pubblicazioni di Lorena vi segnaliamo Marmocchi, una raccolta di strisce a fumetti inizialmente pubblicate sul geniale blog ça pousse e Oche (il sangue scorre nelle vene) edito da Coconino Press.

Tutte le immagini che corredano questo articolo ci sono state fornite per gentile concessione di Lorena Canottiere. 

Serena Mascoli

Autore: Serena Mascoli

Pugliese, classe 1984, dopo gli studi in Storia dell’Arte e in Codicologia si trasferisce a Gerusalemme e in seguito a Milano. Dal 2013 vive a Parigi lavorando come redattrice per diversi studi editoriali. Viaggiatrice indefessa, sempre alla ricerca di qualche concerto in cui scatenarsi, dell’Italia le manca il suo mare e la Lemonsoda.

Lorena Canottiere: la sua graphic novel “Verdad” vincitrice del Grand Prix Artémisia 2018. ultima modifica: 2018-02-07T10:45:43+00:00 da Serena Mascoli

Commenti

Commenti

To Top