ARTE & CULTURA

Parigi e il cinema: i luoghi della settima arte

parigi cinema

Parigi e il cinema sono due elementi fortemente legati tra loro, per alcuni versi quasi indivisibili.

Proprio nella capitale francese, il 28 dicembre del 1895, i fratelli Lumière proiettarono la prima pellicola della storia del cinema, al 14, Boulevard des Capucines nel pieno centro di Parigi. Da quel momento tutto cambiò e oggi ne abbiamo ancora un ricordo con una targa che recita:

Ici le 28 décembre 1895 eurent lieu les premiers projections publiques de photographie animée a l’aide du cinématographe appareil invité par les frères Lumière.

Qui il 28 dicembre 1895 ebbero luogo le prime proiezioni pubbliche di fotografia animata per mezzo del cinematografo inventato dai fratelli Lumière.

D’ispirazione per registi e sceneggiatori, Parigi è da sempre una meta prediletta del cinema con opere che hanno scritto la storia della settima arte.

E ancora oggi, questi luoghi, anche se modificati o magari adattati ad esigenze di scena, ci danno l’opportunità di sentirci un po’ come Marlon Brando in Ultimo Tango a Parigi, o una giovane Sophie Marceau ne Il Tempo delle Mele.

parigi e il cinema

Una scena di “Midnight in Paris” di Woody Allen con Owen Wilson e la Tour Eiffel sullo sfondo.

Parigi e il cinema hanno da subito regalato opere memorabili, dando vita a filoni e movimenti culturali come la Nouvelle Vogue.

Non si può parlare del legame tra Parigi e il cinema senza partire dal simbolo indiscusso della città, la Tour Eiffel.

Ed è proprio con una carrellata di immagini di uno dei più celebri monumenti al mondo che si apre uno dei film che ha segnato la storia della cinematografia: I 400 Colpi di François Truffaut del 1965.

Ambientato negli anni 50, il film racconta di Antoine, un bambino che passa la sua adolescenza marinando la scuola, compiendo furti, oppresso dalla situazione familiare.

Dalla Tour Eiffel a Place d’Iena, da rue de la Fédération fino alla scuola di Antoine al 85, rue de Vaugirard, il film ci fa attraversare la città in lungo e in largo. E ancora oggi è possibile ritrovare quei luoghi affascinanti ed evocativi.

parigi e il cinema

Leonardo di Caprio e Ellen Page sul ponte di Bir-Hakeim girano la celebre scena degli specchi di Inception.

Passano gli anni, ma Parigi continua a stringere il suo legame con il cinema.

Sarebbe impossibile elencare tutti i film che hanno avuto Parigi come sfondo.

Ma certe immagini rimangono impresse nella memoria, come la celebre passeggiata lungo il ponte di Bir-Hakeim, nel 15e Arrondissement, di Leonardo di Caprio e Ellen Page in Inception. Possiamo citare inoltre le avvincenti avventure tra il Louvre e la Chiesa di Saint-Sulpice di Robert Langdon nel primo capitolo de Il Codice Da Vinci.

Siete però dei romantici e vi sentite artisticamente ispirati? Allora siete proprio il protagonista di Midnight in Paris, il film di Woody Allen che più che Owen Wilson ha come protagonista proprio la città di Parigi: les bouquinistes sulla Senna, il ponte Alexandre III, il museo Rodin, e infine la chiesa di Saint-Étienne-du-Mont, luogo simbolo dell’intera pellicola.

E il cinema italiano è mai arrivato a Parigi?

Ebbene sì! Nel nostro articolo non potevano mancare scenari legati al cinema nostrano, con il maestro Bernardo Bertolucci che, dopo l’Ultimo Tango a Parigi, ha scritto una nuova storia nella Ville Lumiere con The Dreamers: La Cinémathèque française a Bercy, ancora il Louvre, o la Passerelle Debilly fanno da sfondo al penultimo film girato da uno dei registi italiani più amati in Francia.

Autore: Alessandro Pesapane

Nato tra le splendide spiagge della Sardegna, dopo aver lavorato nel mondo della comunicazione e della formazione nella sua regione, si trasferisce a Parigi nel giorno esatto in cui compie i fatidici 30 anni.
Appassionato di arte, musica, cinema, cultura, sport, politica, cucina, scrittura, lettura, natura, architettura, non ha ancora trovato qualcosa che lo annoi, ma la sua ricerca non è ancora finita.

Parigi e il cinema: i luoghi della settima arte ultima modifica: 2017-10-11T10:07:47+00:00 da Alessandro Pesapane

Commenti

Commenti

To Top