INTERVISTE

Raphael Gualazzi a Parigi per “Love Life Peace International Edition”

Raphael Gualazzi

Raphael Gualazzi torna a Parigi per l’uscita di “Love Life Peace International Edition“, ovvero la versione internazionale dell’album del 2016, già disco d’oro in Italia. Tra i brani presenti anche “French Riviera” e “La fin du monde“, adattamento francese (rispettivamente) di “L’estate di John Wayne” e “La fine del mondo”. Artista poliedrico e dalle mille sfaccettature, Raphael Gualazzi riesce a unire diversi generi e stili (pop, jazz, country, dance ’80) in un album davvero brillante.

Love Life Peace International Edition contiene un secondo CD con cover interessanti come “Imagine” di John Lennon o “Run Joe” di Luis Jordan. Da notare anche “I Wanna Be Like You” tratta dal film Disney “Il libro della giungla“, reinterpretata dal cantautore per “Jazz Loves Disney” del 2016. Raggiunto a Le Général Hotel di Parigi dalla nostra redazione, Raphael Gualazzi ha risposto ad alcune nostre domande su “Love Life Peace”, Parigi e su tanto altro. 

Raphael Gualazzi

Foto: © raphaelgualazzi.com

Dopo aver suonato sui palchi di tutta Italia quest’estate, torna nuovamente a Parigi per il suo Love Life Peace Tour. Com’è il suo rapporto con la Ville Lumière e con pubblico francese?

È sempre stato emozionante e motivante. I francesi hanno una grande sensibilità riguardo il jazz e la musica in generale. Oltretutto è bello tornare a Parigi a prescindere dai concerti e perdersi nel fascino di questo luogo meraviglioso.

Il suo nuovo album “Love Life Peace International Edition” è stato presentato il 6 ottobre in Francia. Pensa di poter replicare il successo italiano?

‘Successo’ è una parola che sa di passato. Come qualcosa che è accaduta, è avvenuta, è passata già nel momento in cui la si pronuncia. Sono concentrato sul suonare e comporre bella musica, tutto il resto è fuori dal mio controllo e dalla mia intenzione. Se poi un album viene apprezzato ne sarò sicuramente lusingato. 

Ci sono musicisti francesi (jazz e non solo) a cui si ispira per la sua musica?

La mia musica si è ispirata da sempre a compositori e interpreti afroamericani e italoamericani, ma se devo elencare artisti francesi che nel corso degli anni ho avuto modo di apprezzare e in alcuni casi conoscere questi sono: George Brassens, Camille Dalmais, Charles Trenet, Edith Piaf e tanti altri.

Nel 2016 ha preso parte al progetto “Jazz Loves Disney”, interpretando il brano “I Wanna Be Like You” tratto da “Il libro della giungla”. Come descriverebbe quell’esperienza?

È stata una esperienza magica ed è esattamente il genere di esperienza che prediligo. Atmosfera e professionalità incredibili in un luogo come New York… stupendo. 

Sarà presente al concerto a tema di novembre organizzato alla Salle Pleyel di Parigi?

Certamente… e non vedo l’ora.

Raphael Gualazzi

Raphael Gualazzi in concerto a Parigi

Raphael Gualazzi non si limiterà soltanto al lancio di “Love Life Peace International Edition”, il prossimo 13 ottobre si esibirà a Le Flow, suggestivo bateau-bistrot situato sulla riva della Senna nel famoso quartiere Les Invalides, per una notte all’insegna del grande Jazz, del pop, ma soprattutto della buona musica italiana.

Autore: Antonello Ciccarello

Siciliano di nascita, nel 2012 consegue la laurea triennale in Giornalismo per Uffici Stampa all’università di Palermo e, nel 2014, la laurea magistrale in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l’università di Parma. Amante dei Beatles, dei viaggi e interessato a tutto ciò che riguarda la cultura, la politica e la società, scrive per raccontare il mondo.

Raphael Gualazzi a Parigi per “Love Life Peace International Edition” ultima modifica: 2017-10-07T18:28:31+00:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Commenti

To Top