NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
COSA FARE

Le migliori terrasses di Parigi scelte da noi, tra grandi classici e ultime novità.

Le migliori terrasses

Senza che nemmeno ce ne accorgessimo, da una primavera a tratti un po’ timida, qui a Parigi siamo passati a un’estate esplosiva. Se i 30 gradi centigradi vi stremano e l’ora dell’aperitivo è il vostro momento preferito, allora non c’è che una soluzione: l’aperitivo en terrasse. Ne avevamo già parlato qui, giusto per scaldare un po’ i motori. Adesso è arrivata l’ora di stilare una brevissima lista con le migliori terrasses di Parigi, tra novità e grandi classici.

Le Migliori Terrasses

Ore 18.00, ed è subito ora dell’aperitivo da Rosa Bonheur. Foto: ©Rosa Bonheur (Facebook).

Le migliori terrasses di Parigi: le novità della stagione 2018.

Le due grandi novità di questa primavera/estate 2018 sono Le Jardin Suspendu e il villaggio italiano Bella Ciao.

Per quanto riguarda Le Jardin Suspendu, stiamo parlando del più grande rooftop vegetale di Parigi. L’inaugurazione è prevista per il 14 giugno con attività programmate per tutta l’estate fino al 2 settembre. Questa nuova oasi vegetale di 3500 metri quadri, con bar, dj-set, uno spazio cine-club e vista panoramica ha tutta l’aria di diventare il nuovo place to be di questa estate.

Bella Ciao, invece, è il nuovo villaggio italiano che si installerà nella Cour de Rome nell’8° arrondissement dall’8 giugno al 12 ottobre. Dal caffè al banco, allo spritz, al gelato, se avete voglia dello street food made in Italy questo è il posto giusto. La preparazione di piadine, focacce &co. sarà affidata alle sapienti mani dei ragazzi dell’Italian Street Clan, Bello & Buono, Il Pazzo – Nonni, Minute Papillons e Gio’s Strada.

Le Migliori Terrasses

Il pavé del Café Suédois nel Marais. Foto: ©Le Café Suedois (Facebook).

Il classico che non tramonta mai…

Se invece proprio non ce la facciamo ad aspettare fino a giugno, ecco qualche indirizzo, pescando tra le migliori terrasses parigine. Chi non ha mai provato Rosa Bonheur o il Pavillon des Canaux corra subito a rimediare con un Mojito. Tra i posti più branchés a Parigi, sono delle vere e proprie oasi di evasione dalla frenesia metropolitana.

Ma vogliamo andare ancora più lontano (con la fantasia ovviamente)? La scelta è il Marocco o la Svezia per un viaggio almeno virtuale. Nel primo caso stiamo parlando dell’ormai celebre patio della moschea di Parigi, la più grande in Europa. Degustando il delizioso tè alla menta tra le fontane e le caratteristiche piastrelle smaltate sarà proprio come essere a Casablanca.

Se preferiamo le ambientazioni più nordiche invece, ecco che il Café Suédois è il posto giusto. La terrazza lastricata nel cuore del Marais occupa alcuni degli ambienti esterni dell’Istituto svedese di Parigi.

Le Migliori Terrasses

Aperitivo sotto il sole al Pavillon des Canaux. Foto: ©Le Pavillon des Canaux (Facebook).

Dulcis in fundo.

E infine, dulcis in fundo, chiudiamo in bellezza con due vere e proprie chicche tutte parigine.

Tra le migliori terrasses di Parigi come non inserire quella della Recyclerie? Immersi in una “fattoria urbana” tra piante e animali domestici, la Recyclerie è tutto un mondo da scoprire.

Così come il Marché des Enfants Rouges, il più antico mercato coperto di Parigi con tanti posticini dove provare cucine da tutto il mondo.

Un po’ di indirizzi:

Le Jardin Suspendu – 40, rue d’Oradour sur glane, 75015 Paris – Porte de Versaille

Bella Ciao – piazzale della Cour de Rome, 75008 Paris

Rosa Bonheur – Parc des Buttes Chaumont, 2 Allée de la Cascade, 75019 Paris; Port des Invalides, Quai d’Orsay, 75007 Paris; 20 Quai du Dr Dervaux, 92600 Asnières-sur-Seine

Le Pavillon des Canaux – 39 Quai de la Loire, 75019 Paris

La moschea di Parigi – 30, rue Geoffroy-Saint-Hilaire, 75005 Paris

Le Café Suédois – 11 Rue Payenne, 75003 Paris

La Recyclerie – 83 Boulevard Ornano, 75018 Parigi

Le Marché des Enfants Rouges – 39, rue de bretagne 75003 Paris

Serena Mascoli

Autore: Serena Mascoli

Pugliese, classe 1984, dopo gli studi in Storia dell’Arte e in Codicologia si trasferisce a Gerusalemme e in seguito a Milano. Dal 2013 vive a Parigi lavorando come redattrice per diversi studi editoriali. Viaggiatrice indefessa, sempre alla ricerca di qualche concerto in cui scatenarsi, dell’Italia le manca il suo mare e la Lemonsoda.

Le migliori terrasses di Parigi scelte da noi, tra grandi classici e ultime novità. ultima modifica: 2018-05-30T12:24:12+00:00 da Serena Mascoli

Commenti

To Top