NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
ARTE & CULTURA

Reading De Chirico a Parigi: un tuffo nell’arte metafisica tra dipinti e parole

Reading De Chirico

Spiegare l’arte metafisica di Giorgio De Chirico non solo attraverso il suo lavoro come pittore, ma anche come scrittore. Questo il tema centrale dell’esposizione Reading De Chirico, in mostra alla Galerie Tornabuoni Art Paris fino al 24 febbraio 2018. Dopo 9 anni dalla retrospettiva su De Chirico al Musée d’art moderne del 2009, l’arte del pittore italiano torna a far sognare la Ville Lumière. La metafisica di De Chirico, la genesi dei suoi più famosi dipinti, può essere quindi analizzata non solo grazie all’interpretazione, ma anche attraverso alcune opere letterarie “di prima mano”, come racconti, lettere d’amore e scritti autobiografici.

Dopo il successo ottenuto a Londra (Tornabuoni Art London), Reading De Chirico ripropone a Parigi l’insolito ruolo del De Chirico letterato e poeta. L’esposizione si compone di 25 opere dell’artista italiano (dalla pittura metafisica fino all’ultimo periodo “barocco”), affiancate dalle meno conosciute poesie, memorie e dall’affascinante Hebdomeros. Questo libro (intitolato Ebdòmero in italiano), è un testo chiave per cercare di comprendere il pensiero e l’arte di Giorgio De Chirico. Scritto in francese (“Hebdomeros, le peintre et son génie chez l’écrivain”) e pubblicato nel 1929 a Parigi, questo è da considerarsi come un non-romanzo. Senza una vera e propria trama, Ebdòmero è una sorta di “trasposizione in parole” dell’universo metafisico del De Chirico di quegli anni.

Giorgio De Chirico Paolo Monti

Foto: © Wikimedia Commons – Paolo Monti (Fondo Paolo Monti – BEIC) 

Non solo parole: opere esposte alla mostra Reading De Chirico

Curatrice dell’esposizione Reading De Chirico sarà Katherine Robinson, membro del Consiglio scientifico della Fondazione Giorgio e Isa De Chirico di Roma. Seguendo l’esempio della mostra londinese, anche Reading De Chirico a Parigi percorrerà la carriera del pittore attraverso le figure e i temi delle sue opere. In primis la mitologia (statue, manichini, centauri), ma anche alcuni ritratti, nature morte e dipinti di Piazze d’Italia. Tra le opere esposte alla mostra: “La grande torre” (1915) e “Nudo” (1930), quest’ultimo è il ritratto di Cornelia, amante del pittore. Non mancheranno altre grandi opere come “Ettore e Andromaca” (1950), “Piazza d’Italia con piedistallo vuoto” (1952) e il celebre “Le muse inquietanti” (1960-62). In ultimo, la mostra proporrà anche un catalogo, dal titolo omonimo, la cui curatrice è la stessa Katherine Robinson.

Reading De Chirico a Parigi

Foto: © Creative Commons – Flickr: The Fine Art Collective España

Reading De Chirico è un’opportunità unica per scoprire la genesi e il processo che ha dato forma alle opere dell’artista italiano. Esaminare il mondo dechirichiano attraverso quello che lui definiva “sguardo interiore” ed esaminare gli scritti (e i pensieri) dello stesso artista è infatti un’occasione che ogni amante dell’arte contemporanea (e non solo) non può lasciarsi sfuggire. Dulcis in fundo, l’ingresso all’esposizione Reading De Chirico alla Tornabuoni Art Paris è completamente gratuito.

Foto di copertina: © Wikimedia Commons – Wmpearl.

 

Antonello Ciccarello

Autore: Antonello Ciccarello

Siciliano di nascita, nel 2012 consegue la laurea triennale in Giornalismo per Uffici Stampa all’università di Palermo e, nel 2014, la laurea magistrale in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l’università di Parma. Amante dei Beatles, dei viaggi e interessato a tutto ciò che riguarda la cultura, la politica e la società, scrive per raccontare il mondo.

Reading De Chirico a Parigi: un tuffo nell’arte metafisica tra dipinti e parole ultima modifica: 2018-02-13T10:22:25+00:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

To Top