NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
ATTIVITÁ

Correre a Parigi, dove andare per rimanere, o tornare, in forma

correre a parigi

Correre è sicuramente uno dei metodi più semplici, pratici e alla portata di tutti per rimanere in forma. Non son necessari grandi investimenti, basta armarsi di buona volontà, un paio di scarpe e si parte! Ma se lo si fa con a disposizione tanto verde, l’arte, la storia e il fascino ecco che correre a Parigi diventa quasi una “passeggiata”!

Scopriamo allora i luoghi più suggestivi e adatti per iniziare, o portare avanti, la nostra carriera di runner nella capitale francese.

correre a parigi

Con il suo verde il Bois de Boulogne è uno dei luoghi migliori per le corse parigine

Sei alla ricerca di un parco per immergerti nel verde, e correre a Parigi? Eccone due che fanno per voi, ma anche uno per chi vuole rimanere in città

Si sa, Parigi è rinomata per i suoi spazi verdi e i suoi grandi parchi. Iniziamo allora i nostri consigli partendo da uno dei più celebri, su cui svetta il più grande simbolo della città nel mondo: la Tour Eiffel! Stiamo parlando del Champ de Mars, antico campo d’addestramento militare trasformato nel tempo in un maestoso giardino. Meta di numerosi parigini amanti del running, le parc du Champ de Mars ci permetterà di ripercorrere la storia, attraversando i suoi lunghi viali alberati. Ma non solo, ci permetterà di ammirare sotto ogni punto di vista la Tour Eiffel, per una corsa che sicuramente sarà sempre particolare. Un piccolo consiglio: è ideale andarci la mattina, prima che l’area si affolli di turisti, soprattutto quella a ridosso della Torre.

Passiamo ora a due dei più importanti boschi della città, situati in due zone opposte della città: il Bois de Boulogne, a ovest, e il Bois de Vincennes a est. Grandi rispettivamente 846 ettari il primo, e 934 il secondo, i due parchi sono il luogo ideale per fuggire dalla frenesia parigina. Verde incontaminato, laghi, e una varietà incredibile di percorsi sono perfetti per le nostre corse. Facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici, i due “bois” sono l’ideale per chi, con un po’ di tempo libero da dedicare alla corsa, ha bisogno di prendere le distanze dal caos della metropoli.

correre a parigi

Uno scorcio del Jardin du Luxembourg

Fiori, piante, arte, tanto verde e infiniti percorsi da scoprire durante le vostre corse: ecco a voi i giardini parigini

426. Ebbene sì, avete letto bene. Sono infatti 426 i giardini disseminati nella Ville Lumière, e tra questi trovarne uno in cui correre a Parigi non sarà assolutamente difficile, ma noi ci sentiamo di consigliarvene tre in particolare.

Le Jardin du Luxembourg rappresenta il perfetto connubio tra chi vuole correre a Parigi in mezzo al verde e allo stesso tempo cerca tanta arte. Situato nel VI Arrondissement, è il giardino del senato francese, che ha sede nel Palais du Luxembourg. All’interno del Giardino del Lussemburgo son presenti tantissime statue, compresa una copia della Statua della Libertà, e la celebre fontaine de Médecis. Con i suoi circa 220.000 mq, le Jardin du Luxembourg offre varietà di percorsi tra arte e storia.

Proseguiamo con un giardino per i veri amanti del verde: le Jardin des Plantes. Il principale orto botanico francese è il luogo ideale per chi vuole correre a Parigi godendo di aria pulita e di oltre 4.500 specie di piante presenti al suo interno. Tra le grandi serre in Art Deco, e i grandi palazzi del Muséum national d’histoire naturelle, le nostre corse scorreranno veloci e non si avrà mai la sensazione di trovarsi in una metropoli, pur essendo in piena città.

E infine come non citare il Buttes Chaumont, il terzo per estensione tra i numerosi giardini della città. Celebre per il tempio della Sibilla che svetta su una delle alte colline, il giardino del Buttes Chaumont è ricco di essenze provenienti da tutto il mondo. I suoi oltre 5 km di vialetti e sentieri, gli oltre 4 ettari di viali, e i 2 km di strade, non ci annoieranno mai, dandoci l’opportunità di scoprire angoli nuovi ad ogni corsa.

Tra i percorsi indicati ne manca qualcuno? Beh, non potevamo che lasciare per ultimo il percorso più suggestivo di tutti: la Senna! E un piccolo consiglio!

Dalla Tour Eiffel a Notre-Dame e oltre, le rive della Senna sono patrimonio UNESCO dal 1991, ma sono anche meta di tanti corridori parigini. Passare sotto i ponti che congiungono le due rive, correre accanto al Louvre, al Musée d’Orsay o ammirare la maestosità del Grand Palais sono solo alcune delle meraviglie che vi si paleseranno lungo il vostro percorso. E state certi, non sentirete quasi la fatica.

Ultimo consiglio: se scegliete la Senna come meta delle vostre corse, arrivati al ponte di Bir-Hakeim troverete l’Île aux Cygnes che vi condurrà fino alla celebre copia della Statua della Libertà sotto il Ponte de Grenelle. Ecco, proprio lì sotto troverete un’attrezzata e frequentatissima palestra all’aperto, ad accesso libero e al riparo dalle intemperie.
Che si sa, a Parigi fa sempre comodo!

Alessandro Pesapane

Autore: Alessandro Pesapane

Nato tra le splendide spiagge della Sardegna, dopo aver lavorato nel mondo della comunicazione e della formazione nella sua regione, si trasferisce a Parigi nel giorno esatto in cui compie i fatidici 30 anni.
Appassionato di arte, musica, cinema, cultura, sport, politica, cucina, scrittura, lettura, natura, architettura, non ha ancora trovato qualcosa che lo annoi, ma la sua ricerca non è ancora finita.

Correre a Parigi, dove andare per rimanere, o tornare, in forma ultima modifica: 2017-08-18T16:32:02+00:00 da Alessandro Pesapane

Commenti

To Top