NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
ARTE & CULTURA EVENTI

“Sempre Libera”: la Divina Maria Callas in mostra a Parigi

Maria Callas

Maria Callas rivive nell’esposizione organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, in occasione dei 40 anni dalla scomparsa della “Divina“. La mostra ripercorre stralci della carriera della Callas alla Scala di Milano, luogo in cui l’artista divenne leggenda. “Sempre Libera“, questo il titolo dell’esposizione, sarà aperta al pubblico dal 14 settembre al 4 ottobre 2017. La collezione vanta sia foto di repertorio dell’Accademia Teatro alla Scala, ma anche cinque abiti di scena indossati dalla cantante lirica. I costumi esposti sono quelli di: Elisabetta per il “Don Carlos” di Verdi (1954), Violetta Valery per la “La Traviata” di Verdi (1955), Amina per la “La Sonnambula” di Bellini (1955), Anna Bolena per “Anna Bolena” di Donizetti (1957) e Ifigenia per “Ifigenia in Tauride” di Gluck (1957).

Maria Callas: storia di una diva triste

“Sempre Libera” è un titolo abbastanza evocativo (è un’aria della Traviata di Giuseppe Verdi) e rispecchia in alcune parti la vita della Divina Callas. L’amore folle per Aristotele Onassis e quello impossibile per Pier Paolo Pasolini, portarono la diva ad interrogarsi su cosa fosse il vero amore. La vita della Callas è però stata segnata da una felicità sempre sfiorata, ma mai veramente assaporata. Confusa e felice, innamorata e depressa, Maria Callas rifletterà questi stati d’animo anche nella sua professione da cantante lirica, fatta di alti e bassi. La storia con Onassis distrusse la sua anima e, di conseguenza, anche la sua carriera, che si interruppe nel 1974, con l’ultima tournée mondiale. Nel 1977 Maria Callas morì a Parigi, all’età di 54 anni, a causa di un arresto cardiaco (le cause per molti restano ancora un mistero).

Maria Callas

In occasione dell’anniversario della sua morte, il Centro Italiano di Cultura di Parigi onorerà Maria Callas con la mostra a lei dedicata. “Sempre Libera” si aprirà con un vernissage in cui interverranno il musicologo Alain Duault, la costumista Maria Chiara Donato e il giornalista Andrea Jacchia. La giornata iniziale terminerà con un concerto dei musicisti dell’Accademia di Perfezionamento del Teatro della Scala, che interpreteranno brani tratti dalla “Tosca” e “Madama Butterfly” di Puccini, le già citate “Anna Bolena” di Bellini e “La Traviata” di Verdi, la “Carmen” di Bizet e “Adriana Lecouvreur” di Cilea.

“Sempre Libera” non è soltanto una mostra adatta ai fan della musica lirica, ma anche per chi vuole scoprire i diversi volti della Divina attraverso le interpretazioni delle eroine classiche. Il ricordo di Maria Callas, cantante dalla voce inconfondibile, diva triste ma capricciosa, rivive a Parigi, ultima città in cui soggiornò, prima del suo addio alla vita.

Antonello Ciccarello

Autore: Antonello Ciccarello

Siciliano di nascita, nel 2012 consegue la laurea triennale in Giornalismo per Uffici Stampa all’università di Palermo e, nel 2014, la laurea magistrale in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l’università di Parma. Amante dei Beatles, dei viaggi e interessato a tutto ciò che riguarda la cultura, la politica e la società, scrive per raccontare il mondo.

“Sempre Libera”: la Divina Maria Callas in mostra a Parigi ultima modifica: 2017-09-08T15:14:11+00:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

To Top