NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
EVENTI WWW.ITALIANI.IT

Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino all’IIC di Parigi

Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Il 7 marzo, si è tenuta qui a Parigi una particolare conferenza. Per la prima volta al di là dei confini nazionali, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (qui il sito) ha presentato all’Istituto Italiano di Cultura la stagione attuale e la futura e il Festival del Maggio Musicale Fiorentino.

Alla presenza del sovrintendente Cristiano Chiarot, del direttore artistico Pierangelo Conte e del direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Fabio Gambaro si è parlato di musica, certo, ma anche di storia, di arte, di tradizione.

La lunga tradizione che riguarda il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

Il Teatro del Maggio Fiorentino è una fondazione che vanta una lunghissima tradizione. Proprio quest’anno, il 2019, si festeggiano infatti i 90 anni della sua orchestra, una delle più prestigiose in Europa. Questo merito è avvalorato dall’importanza di alcune fondamentali personalità che hanno collaborano o in qualche modo attraversato la storia del Teatro del Maggio Fiorentino. Giusto per citarne alcune, possiamo fare riferimento, per esempio, a Leonard Bernstein, Claudio Abbado, Riccardo Muti, Zubin Mehta. E, per concludere, il maestro Fabio Luisi, attuale direttore d’orchestra del Teatro del Maggio Fiorentino.

 

Il Teatro Del Maggio Musicale Fiorentino

Riccardo Muti, direttore musicale del Teatro Maggio dal 1969 al 1981. Foto: ©Teatro Maggio (Facebook).

 

Focus sul Festival del Maggio Musicale Fiorentino.

Legato a doppio filo con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino è il festival omonimo. Stiamo parlando del più antico festival musicale italiano e uno dei più antichi in Europa, giunto oggi all’82° edizione. Fondato nel 1933, questo festival trova le sue radici nelle manifestazioni secolari fiorentine celebrate con l’arrivo della primavera.

Questa nuova edizione, che sarà inaugurata il 2 maggio 2019, avrà come tema e titolo Potere e Virtù e debutterà con la rappresentazione di Lear, opera degli anni ’60 di Aribert Reimann. È in questo elemento che troviamo i legami con la Francia e Parigi in particolare. Lear, come anche La clemenza di Tito (opera di Mozart) sono concepite per andare in scena grazie a una produzione dell’Opéra National di Parigi. Anche per la parte sinfonica sono in programma grandi eventi a cui parteciperanno, tra gli altri, i maestri Zubin Mehta, Riccardo Muti, Daniel Baremboim e Michael Boder.

 

 

I legami con la Francia.

Come abbiamo già anticipato, La clemenza di Tito e Lear sono rappresentate con gli allestimenti dell’Opéra National di Parigi. Per quel che riguarda, invece, Fernand Cortez di Gaspare Spontini, la tragedia lirica che inaugurerà la stagione 2019/2020 avrà il libretto in versione originale con testo in francese di Victor-Joseph-Étienne de Jouy et Joseph-Alphonse.

Ma non solo: il 2019 prevede dei grandi festeggiamenti in occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Parigi, in prima fila con l’imponente mostra organizzata dal Louvre, farà da scenario a molti eventi che vedranno anche la partecipazione del Maggio Musicale Fiorentino.

 

Immagine di copertina: Platea, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Foto: ©Camilla Riccò/TerraProject/Contrasto (Facebook Teatro Maggio).

 

Serena Mascoli

Autore: Serena Mascoli

Pugliese, classe 1984, dopo gli studi in Storia dell’Arte e in Codicologia si trasferisce a Gerusalemme e in seguito a Milano. Dal 2013 vive a Parigi lavorando come redattrice per diversi studi editoriali. Viaggiatrice indefessa, sempre alla ricerca di qualche concerto in cui scatenarsi, dell’Italia le manca il suo mare e la Lemonsoda.

Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino all’IIC di Parigi ultima modifica: 2019-03-12T09:12:05+01:00 da Serena Mascoli

Commenti

To Top