NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
COSA FARE

Estate 2018: Paris Plage e le sue alternative

Estate 2018

Come ogni anno, eccoci puntuali all’appuntamento con Paris Plage. Rispetto a quello che è considerato uno degli eventi principali dell’estate parigina le persone si dividono di solito in due gruppi. I parigini stravedono per la loro città vestita a maschera da luogo di villeggiatura balneare, gli altri… beh… storcono un po’ il naso. Infatti, per molti – soprattutto chi è nato e cresciuto lungo le spiagge siciliane, liguri, sarde, pugliesi – l’idea di installare tonnellate di sabbia tra il Louvre e l’Hôtel de Ville può apparire quanto meno “surreale”. Ma vediamo quali sono le proposte per questa estate 2018 per chi rimarrà in città.

Estate 2018

La mappa delle attrazioni allestite al Parc Rive de Seine. Foto: ©Paris Plages (Facebook).

Paris Plage, la regina dell’estate 2018.

Arrivata ormai alla sua diciassettesima edizione, Paris Plage non ha bisogno di presentazioni. Dal 7 luglio al 2 settembre il Parc Rives de Seine e il bassin de la Villette saranno tutto un tripudio di sdraio, ombrelloni, docce per rinfrescarsi, punti ristoro e attività sportive. Il tutto gratuito. Ma quale sarà la grande novità di questa estate 2018? In realtà non si tratta proprio di una novità, dal momento che già dall’anno scorso la grande assente di Paris Plage è proprio la sabbia. A quanto pare l’accordo con la società franco-svizzera Lafarge è venuto meno per queste motivazioni. Quindi via la sabbia e benvenute palme esotiche per un effetto più “jungle”.

Estate 2018

E quella delle attività al bassin de la Villette. Foto: ©Paris Plages (Facebook).

In più, il bassin de la Villette è in particolare dedicato agli sport d’acqua anche grazie alle tre piscine con diverse profondità aperte tutti i giorni e gratuite.

Alcune alternative a Paris Plage per questa estate 2018.

Se l’idea di una spiaggia “artificiale” proprio non vi va giù e magari preferite la piscina, eccovi serviti. In estate alcune piscine a Parigi rispolverano la loro sede all’aperto.

La nostra preferita è la piscina Josephine Baker sul quai François Mauriac nel tredicesimo arrondissement. Si affaccia letteralmente sulla Senna, con il bacino allo stesso livello del fiume, tanto che sembra di nuotarci dentro (ma in un’acqua più pulita!). Se non vi basta, potete puntare anche sulle piscine Keller, Roger Le Gall e della Butte aux Cailles.

Estate 2018

La piscina scoperta Josephine Baker per gli appassionati dell’estate parigina. Foto: ©piscine Joséphine Baker (Facebook).

In alternativa, è da segnalare anche il parco acquatico Aquaboulevard, tra onde artificiali, scivoli d’acqua e corde per gettarsi in acqua come Tarzan!

Se tutto ciò ancora non basta, mi dispiace ma l’unica soluzione è un biglietto per Scanzano Jonico. Buona estate 2018 a tutti!

Foto di copertina: ©Ville de Paris (Facebook).

Serena Mascoli

Autore: Serena Mascoli

Pugliese, classe 1984, dopo gli studi in Storia dell’Arte e in Codicologia si trasferisce a Gerusalemme e in seguito a Milano. Dal 2013 vive a Parigi lavorando come redattrice per diversi studi editoriali. Viaggiatrice indefessa, sempre alla ricerca di qualche concerto in cui scatenarsi, dell’Italia le manca il suo mare e la Lemonsoda.

Estate 2018: Paris Plage e le sue alternative ultima modifica: 2018-07-16T10:56:07+00:00 da Serena Mascoli

Commenti

To Top