NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
COSA FARE

I bar cachés di Parigi, vi sveliamo i segreti della Ville Lumière

i bar cachés di Parigi

Quante volte vi è capitato di dover uscire la sera con gli amici e non avere idea su cosa fare? O in quale locale passare la serata? Se il tempo lo permette, lo sappiamo, la prima scelta sono sicuramente les quais de Seine. Ma quando il cielo non ci viene in aiuto e le nuvole imperversano su di noi? Allora, a questo punto, soprattutto quando siamo tra amici, si aprono mille opzioni. Interminabili discussioni su quale sia il locale migliore per la serata, gusti differenti che si scontrano, e non negatelo, ci siete passati anche voi. Allora questa volta vi veniamo incontro noi di ItParigi, proponendovi una scelta un po’ strana, alternativa, e sicuramente di grande effetto. Andiamo a scoprire i bar nascosti della Ville Lumière, conosciuti con il nome di speakeasy. Mesdames et Messieurs, eccovi i bar cachés di Parigi!

i bar cachés di Parigi

La foto di una scena durante lo sgombero di un bar clandestino durante gli anni ’30 negli USA.

Bar clandestini e proibizionismo, da dove nascono gli speakeasy o bar cachés

Il fenomeno dei bar cachés, i bar nascosti, riprende i famosi bar clandestini che nacquero tra gli anni ’20 e gli anni ’30 negli Stati Uniti. Quelli erano gli anni del proibizionismo, in cui fu vietata la fabbricazione, vendita, importazione e trasporto di alcool.

In quel contesto, la malavita riusciva comunque ad alimentare il mercato di alcolici, facendo nascere i famigerati bar clandestini. Musica, alcool, e illegalità; era questo che caratterizzava questi luoghi, entrati nell’immaginario collettivo come simbolo di libertà, ribellione, e soprattutto trasgressione.

Non era semplice entrare; i bar nascosti, bar cachés appunto, stavano solitamente nel retro di negozi che la mattina svolgevano la loro regolare attività. Ci si arrivava su invito, per conoscenza, ed era molto difficile trovarli!

Oggi rivivono un po’ in tutto il mondo.

Qualcuno rispetta ancora l’atmosfera tipica degli anni ’30, qualche altro si lancia in progetti un po’ più audaci. E Parigi non può essere da meno!

i bar cachés di Parigi

E se dietro la classica lavatrice in cui fai il bucato si nascondesse un bar!?

I bar cachés di Parigi, qualche bonnes adresses e la sfida per voi!

Iniziamo a presentare i bar cachés dei Parigi partendo da quello che più si avvicina all’atmosfera degli anni ’30 che abbiamo descritto poco fa.

Il Moonshiner si trova vicino a Bastille. Niente di strano, la zona pullula di locali notturni. Eppure quest’ultimo è situato all’interno di una frigo! Già, avete letto bene. Arrivati infatti al 5 di rue Sedaine, nell’XI arrondissement, ci troveremo davanti alla pizzeria Da Vito. Ma una volta attraversato il locale, ci troveremo davanti ad un frigo che ci catapulterà nella Chicago degli anni ’30. Dietro il finto frigorifero si aprirà la porta del Moonshiner, un vero e proprio bar!

Una bella sorpresa, che in caso di eccessiva attesa, possiamo ingannare gustandoci una pizza in attesa del nostro cocktail.

Se invece della pizza preferite gusti più decisi, perché non concedersi un tacos messicano?

E dopo il tacos c’è sempre spazio per un buon cocktail a base di mezcal; e proprio questo distillato dell’agave da il nome a La Mezcaleria – Bar Clandestino che si trova in una piccola porta nascosta all’interno de La Candelaria al 52, rue Saintonge nel III arrondissement. Il locale ha anche un ingresso principale, situato al 13 Boulevard du Temple, ma il gusto della sorpresa non ha prezzo!

Il più curioso tra i bar caché di Parigi che veniamo a segnalarvi, invece, si trova a due passi dalla Place de la République.

Al 30 rue René Boulanger nel X arrondissement, ci si troverà davanti ad una delle tante lavanderie disseminate per la capitale. Chi cambia le banconote, chi asciuga i propri panni e chi ancora ritira il bucato.

Ma dietro una delle quattro lavatrici della Lavomatic si nascondono le scale per accedere al più originale tra i bar cachés di Parigi. Si chiama proprio così, Lavomatic, e una volta saliti al primo piano, un piccolo ma accogliente e suggestivo locale ci accoglierà con i suoi cocktail. E anche qui, vi garantiamo che l’effetto sorpresa, per chi non conosce il locale, sarà unico.

Siete pronti a sorprendere i vostri amici con la nostra piccola selezione tra i bar cachés di Parigi?

Ma ora vi lanciamo una sfida! In tutta la Ville Lumière, i tre bar indicati non sono gli unici, infatti i bar cachés di Parigi sono tanti, vi invitiamo a trovare gli altri, riuscirete ad indicarceli tutti? Vi aspettiamo sui nostri canali social per scoprirlo!

Alessandro Pesapane

Autore: Alessandro Pesapane

Nato tra le splendide spiagge della Sardegna, dopo aver lavorato nel mondo della comunicazione e della formazione nella sua regione, si trasferisce a Parigi nel giorno esatto in cui compie i fatidici 30 anni.
Appassionato di arte, musica, cinema, cultura, sport, politica, cucina, scrittura, lettura, natura, architettura, non ha ancora trovato qualcosa che lo annoi, ma la sua ricerca non è ancora finita.

I bar cachés di Parigi, vi sveliamo i segreti della Ville Lumière ultima modifica: 2018-07-06T08:34:54+00:00 da Alessandro Pesapane

Commenti

To Top