itParigi

NEWS VIVERE A PARIGI

Pass sanitaire in Francia: i luoghi dov’è obbligatorio e le sanzioni

pass sanitaire - Parigi Torre

Ci siamo: il pass sanitaire è entrato in vigore a partire dal 21 luglio, per lottare contro la quarta ondata del Covid. La variante Delta imperversa in tutta Europa e ora più che mai, anche in Francia. Lo stesso presidente Macron, nel discorso alla nazione del 12 luglio scorso, ha parlato al popolo dell’Esagono, facendo chiarezza sulle nuove misure sanitarie in atto.

Ma cosa succederà esattamente? Il pass sanitaire diventa obbligatorio per alcuni luoghi che vi indicheremo. Esistono anche delle eccezioni e altre date chiave che interessano alcune categorie di cittadini, come i minori ad esempio. Andiamo ad esaminare nello specifico, cosa sta cambiando da ieri in Francia.

Pass sanitaire in Francia: dove sarà obbligatorio mostrarlo

A partire dal 21 luglio, il pass sanitaire è ufficialmente entrato in vigore in Francia. Ma dove sarà obbligatorio presentare l’attestazione di vaccinazione? Il presidente Macron, nel discorso alla nazione del 12 luglio scorso, ha fatto chiarezza sulle nuove misure sanitarie in atto nell’Esagono. La priorità ora, è la variante Delta e come affrontarla per evitare un ennesimo collasso delle strutture sanitarie.

Il pass sanitaire o green pass che a dir si voglia, rappresenta il diario sulla salute dei cittadini e non prevede unicamente l’attestazione vaccinale. All’ingresso di determinato luoghi che tra poco vi indicheremo, saremo obbligati a presentare una prova documentata del proprio ciclo vaccinale, oppure altro tipo di attestazioni.

Parliamo di un test PCR con esito negativo oppure di un certificato che attesti la guarigione dalla malattia, per coloro che hanno già contratto il virus del Covid-19. Le due certificazioni devono risalire rispettivamente a meno di 15 giorni prima (test) e a meno di 6 mesi (guarigione).

I luoghi “incriminati”: dove sarà impossibile entrare se non si è vaccinati o immuni

Loisirs et culture: tasti dolenti se pensiamo a una nazione carica di cultura come la Francia. Eppure, sono proprio luoghi appartenenti a queste due categorie, ad essere “incriminati” nella nuova lotta al Covid dell’Esagono. Stiamo parlando di una prima tappa del pass sanitaire che è partita ufficialmente dal 21 luglio. La seconda tappa che inizierà il 1° agosto prossimo, vedrà coinvolti bar, ristoranti, centri commerciali, treni e aerei.

I luoghi in cui è già legge dover presentare il proprio pass sanitaire dal 21 luglio, sono quelli che possono accogliere più di 50 persone e cioè:

  • Musei e monumenti;
  • Biblioteche tranne quelle universitarie e quelle specializzate;
  • Cinema e teatri;
  • Parchi e zoo;
  • Piscine e stadi;
  • Sale di bowling e di danza;
  • Sale di convegni e spettacoli;
  • Saloni per esposizioni;
  • Luoghi di culto;
  • Eventi culturali e sportivi all’aperto;
  • Barche e battelli.

Pass sanitaire: eccezioni e modalità di presentazione

La minacciosa avanzata della variante Delta in Francia, ha portato alla conclusione di dover spingere maggiormente sulla campagna vaccinale. Pare, infatti, che molti professionisti e cittadini francesi, non abbiano nemmeno ancora cominciato il proprio ciclo vaccinale. Il ricorso al pass sanitaire da parte del governo Macron, è apparso quindi inevitabile. Ma ci sono delle eccezioni.

pass sanitaire - Green Pass
Il pass sanitaire potrà essere mostrato tramite codice QR su smartphone – Fonte: Pixabay.

Per i cittadini su suolo francese tra i 12 e 17 anni, che non abbiamo quindi per età, ancora avuto accesso alla prima dose di vaccino, il pass sanitaire entrerà in vigore a partire dal 30 agosto. Ricordiamo che ci sono diverse modalità di presentazione della propria attestazione sanitaria. È possibile, infatti, mostrare il gree pass in versione cartacea oppure attraverso l’applicazione Tousanticovid. Il codice QR letto e scannerizzato dal personale addetto ai controlli all’entrata dei luoghi di cui vi abbiamo parlato, attesterà il nostro stato di salute documentato e ci farà passare.  

Attenzione alle sanzioni per i trasgressori: multe salatissime!

E giungiamo all’ennesimo tasto dolente di queste nuove misure sanitarie in Francia: le sanzioni per i trasgressori del pass sanitaire. Chi non presenterà adeguatamente la certificazione, andrà incontro a una multa di 135 euro. Ma non solo. Per i professionisti si profila un esito ancor più gravoso, vediamo quale.

Tutti i professionisti che operano nei settori di cui vi abbiamo parlato e che autorizzeranno l’ingresso di clienti senza il pass sanitaire, riceveranno multe dal 1500 ai 7500 euro. Per i trasgressori che continueranno in questa pratica illegale, saranno applicate multe salatissime anche di 45000 euro fino a un anno di prigione.

I lavoratori poi, soprattutto quelli di strutture sanitarie e Maisons de retraite, sono obbligati alla vaccinazione e a presentare il pass sanitaire. In mancata ottemperanza, verranno allontanati dal proprio posto di lavoro e privati dello stipendio per due mesi, fino ad avvenuta vaccinazione. 

Foto di copertina: la Tour Eiffel – Fonte: Pixabay

Pass sanitaire in Francia: i luoghi dov’è obbligatorio e le sanzioni ultima modifica: 2021-07-22T12:18:23+02:00 da Sarah Jay De Rosa

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Hannah Brown

Ciao amico .
Sono Hannah, una base dell’esercito degli Stati Uniti in Iraq, mi piacerebbe collaborare con te, per favore rispondimi visualizza la mia e-mail ([email protected]) se sei pronto a collaborare con me, ti spiegherò a te nella mia email con alcune delle mie foto per conoscermi meglio, aspetterò una tua risposta alla mia email personale.

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x