NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
VIVERE A PARIGI

Consolato e burocrazia: come rinnovare il passaporto in Francia

rinnovare il passaporto in Francia

Quando ci si trasferisce all’estero l’ente principale con il quale si deve far i conti per il rilascio o rinnovo di documenti è il Consolato. Se si vive nella Ville Lumière gli uffici di riferimento sono quelli del Consolato Generale di Parigi, in caso contrario bisogna rivolgersi al Consolato d’appartenenza. Come già visto per la carta d’identità, anche per ottenere o rinnovare il passaporto in Francia bisogna seguire una particolare procedura. L’iter per il rilascio del passaporto è molto lungo (in termini di tempo). A questo proposito è consigliabile fare richiesta in largo anticipo (a partire dai sei mesi antecedenti alla scadenza del documento in caso di rinnovo).

Richiedere passaporto al Consolato di Parigi

Come fare richiesta di rilascio del passaporto al Consolato di Parigi

Per richiedere o rinnovare il passaporto in Francia, se si vive nella Ville Lumière, bisognerà prendere un appuntamento al Consolato Generale di Parigi. Questo può essere fatto online, registrandosi al sito del Consolato oppure via telefono (il numero del call center è 0899376231). Solitamente il tempo di attesa è di 11 settimane ma, in caso di urgenza, è possibile accorciare i tempi, pagando i diritti d’urgenza (50 euro). Il Consolato accetterà un appuntamento per passaporto quindi, in caso di rinnovo di più documenti bisognerà fissare più appuntamenti. Per rinnovare il passaporto in Francia, il Consolato verificherà non solo l’iscrizione all’AIRE del richiedente, ma anche che i dati di questo siano aggiornati (stato civile, indirizzo, ecc.).

Documenti necessari per rinnovare il passaporto in Francia

Dopo aver prenotato un appuntamento sul sito (non è facile, ma nemmeno impossibile), bisogna fare il passo successivo, ovvero quello relativo al dossier da presentare. In primis bisogna compilare il modulo di richiesta di rilascio del passaporto. Insieme a questo, bisognerà munirsi di due fotografie (formato passaporto), documento d’identità, un recente giustificativo di residenza (ad esempio bolletta luce, gas, avis d’imposition). Se si fa domanda di passaporto per minori, bisognerà presentare anche richiesta d’assenso firmata dai genitori.

Rinnovo passaporto in Francia

Punto fondamentale è anche la ricevuta del bonifico di 116 euro (42,50 euro per il libretto e 73,50 euro per il contributo amministrativo). Il bonifico per il passaporto biometrico (con chip e impronte digitali) deve essere fatto almeno 5 giorni prima dell’appuntamento presso gli uffici del Consolato. È possibile pagare in loco (in contanti), ma questo soltanto nei casi eccezionali. Se per molti rinnovare il passaporto in Francia è visto come un’odissea, è anche possibile effettuare la stessa procedura anche in Italia (Questura o Commissariato), previa delega da parte del Consolato. Bon voyage!

Antonello Ciccarello

Autore: Antonello Ciccarello

Siciliano di nascita, nel 2012 consegue la laurea triennale in Giornalismo per Uffici Stampa all’università di Palermo e, nel 2014, la laurea magistrale in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l’università di Parma. Amante dei Beatles, dei viaggi e interessato a tutto ciò che riguarda la cultura, la politica e la società, scrive per raccontare il mondo.

Consolato e burocrazia: come rinnovare il passaporto in Francia ultima modifica: 2018-03-02T11:56:55+00:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

To Top