NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
ARTE & CULTURA

Vinicio Capossela a Parigi, incontro da non perdere all’Istituto Italiano di Cultura

vinicio capossela a parigi

La rentrée è più difficile del previsto? Non siete sazi dei tanti eventi estivi parigini? Nessun problema, a settembre l’Istituto Italiano di Cultura vi aiuterà a rendere meno complicato il ritorno alle quotidiane attività lavorative. E tra i tanti appuntamenti, non possiamo non segnalare l’incontro con Vinicio Capossela a Parigi.

Ad oltre un anno dall’uscita del suo ultimo lavoro in studio, Canzoni della cupa, il cantautore, poeta e scrittore italiano nella giornata di martedì 12 settembre, alle 17.30, nei locali di Rue de Varenne intratterrà il pubblico con una chiacchierata sul suo lavoro artistico, e su come la sua musica e i suoi lavori siano legati al mondo folcloristico, rurale e mitologico.

vinicio capossela a parigi

Uno scatto durante un live di Vinicio Capossela

Vinicio Capossela è uno degli autori più celebri della musica contemporanea italiana. Noto per il suo stile difficilmente classificabile, esordisce nel 1990 con All’una e trentacinque circa, aggiudicandosi la Targa Tenco fra le opere prime. A cui seguirà, l’anno successivo, Modì.
Si lega anche al cinema, in particolare prestando alcune sue canzoni a film come ad esempio Non chiamarmi Omar. Ma è pochi anni dopo, con i due album, Camera a Sud, e soprattutto con il Ballo di San Vito, che Capossela diventa un nome affermato della musica italiana.
Gli album successivi, Canzoni a Manovella e Ovunque Proteggi si aggiudicheranno nuovamente la Targa Tenco. E proprio in questi anni, a partire dal 2004, Capossela inizia anche la sua carriera da scrittore, con Non si muore tutte le mattine.

Uscito il 5 maggio 2016, Canzoni della cupa esce a 5 anni di distanza dall’ultimo lavoro Marinai, Profeti e Balene. All’interno dell’opera, che si sviluppa in un doppio CD, Capossela mette al centro l’Irpinia, terra natale dei genitori dell’artista che ricordiamo essere nato ad Hannover in Germania.

Ma non solo Vinicio Capossela a Parigi, l’Istituto Italiano di Cultura sarà protagonista di molti altri appuntamenti

Quello con Vinicio Capossela a Parigi sarà solamente uno dei tanti appuntamenti organizzanti in Rue de Varenne per il mese di settembre.

Infatti si inizia mercoledì 6 con il concerto dei Nidi d’Arac, gruppo romano formato nel 1995, e che portano in giro per il mondo i suoni e le musiche tradizionali della Puglia.
Venerdì 8 si parla di architettura, con Architecture, art, identités : réflexions sur un futur soutenable realizzato in occasione della Design Week 2017.
Lunedì 11, invece, si farà un excursus storico sulla figura di Pietro Il Grande, zar russo dal 1721 al 1725. Con grandi storici e docenti si andrà ad analizzare la sua grande figura storica e in particolare la sua grande passione per l’Italia.

Alessandro Pesapane

Autore: Alessandro Pesapane

Nato tra le splendide spiagge della Sardegna, dopo aver lavorato nel mondo della comunicazione e della formazione nella sua regione, si trasferisce a Parigi nel giorno esatto in cui compie i fatidici 30 anni.
Appassionato di arte, musica, cinema, cultura, sport, politica, cucina, scrittura, lettura, natura, architettura, non ha ancora trovato qualcosa che lo annoi, ma la sua ricerca non è ancora finita.

Vinicio Capossela a Parigi, incontro da non perdere all’Istituto Italiano di Cultura ultima modifica: 2017-08-30T14:32:23+00:00 da Alessandro Pesapane

Commenti

To Top