itParigi

ITALIANI A PARIGI LE RICETTE DEGLI EXPAT

Biscotti Reginelle: le “dolci” regine di Palermo

Biscotti Reginelle - Interno

Oggi vi porto nella mia Palermo attraverso i miei biscotti preferiti: le reginelle. Se siete stati a Palermo e siete entrati in un panificio (altro che boulangerie!) avrete notato sicuramente questi biscottini ricoperti di sesamo (in dialetto si chiama giuggiulena o cimino).

Fin da piccola, le reginelle sono state protagoniste delle mie colazioni e delle mie merende. E ancora oggi i miei genitori me le fanno trovare a casa quando vado da loro o me ne mettono qualche chilo nel “pacco da giù”!

Le reginelle sono biscottini di pasta frolla, croccanti e ricoperti interamente di sesamo, che gli conferisce il loro sapore particolare. Ma oltre al sesamo, c’è un altro ingrediente segreto che li rende irresistibili: lo strutto.

dolci in un Cesto
Le reginelle sono la merenda perfetta. Ph. Giusi Giaconia

Questo grasso animale li rende friabili e gustosi, molto più del beurre. E si trova anche in Francia (per sbaglio ho comprato il saindoux al posto del burro, pensando che fosse il nome della marca!), quindi non avete scuse per non provare a farli in casa! Vi avverto, sono come le ciliegie: uno tira l’altro.

Una frolla particolare per i nostri biscotti reginelle

Come ogni ricetta tradizionale, vi sono diverse varianti. La ricetta alla quale mi sono ispirata è della bravissima Blogger palermitana di Cuoche ma Buone, riadattata alle esigenze di noi Expat. Nella ricetta originale si usa l’ammoniaca come agente lievitante, ma la possiamo sostituire tranquillamente con il lievito. E al posto della composta di arance ho usato la buccia di un’arancia.

Ecco a voi la lista.

Ingredienti

500 gr farina 00

170 gr strutto (o burro)

1 uovo

4 gr lievito per dolci

150 gr zucchero

Buccia grattuggiata di una arancia

1 bustina di vanillina

80 ml d latte

1 pizzico di sale

100-150 gr semi di sesamo

Impastate tutti gli ingredienti

Potete usare una planetaria o impastare tranquillamente a mano. A me piace impastare a mano perché così posso scaricare lo stress accumulato a causa di questi continui lockdown.

Si lavora più o meno come una normale frolla.

In un ciotola versate la farina setacciata, lo zucchero e il lievito. Mischiate bene e aggiungete il latte. Tagliate lo strutto a pezzettini e iniziate a incorporarlo all’impasto, insieme all’uovo, la buccia d’arancia e il pizzico di sale.

Impastate tutto velocemente, cercando di non surriscaldare l’impasto con le mani.

Una volta che tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati, avvolgete il panetto nella pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per un’oretta (può stare anche qualche ora in più, non preoccupatevi).

Se non volete utilizzare lo strutto, potete sostituirlo con il burro: il sapore delle vostre reginelle sarà buono lo stesso!

Date forma alle reginelle

Una volta passato il tempo di risposo, tirate fuori il panetto, tagliatene una parte e riponete il resto in frigo.

Create un cilindro largo quanto un dito e tagliate dei tocchetti lunghi circa 3 cm. Cresceranno un poco in cottura. A me personalmente piacciono un poco cicciotti, così da mangiarli in un sol boccone!

Una volta ottenuti i vostri pezzi, passateli nel sesamo appena inumidito con un paio di cucchiai di acqua. Fate una leggera pressione in modo da far aderire i semini e cercate di dare una forma leggermente allungata alle punte.

Adagiatele su una teglia rivestita di carta da forno, ben distanziate tra di loro e ripetete l’operazione con il restante impasto.

Mi raccomando: non lasciatele troppo fuori dal frigo, soprattutto se la vostra cucina è calda. Potete tenere quelli già fatti in frigo.

Reginelle Crude
Le reginelle sono ricoperte di sesamo e pronte per essere infornate. Ph. Giusi Giaconia

Infornate i biscotti reginelle e resistete alla tentazione di mangiarle tutte!

Riscaldate il forno a 200° C, modalità statica e fate cuocere le vostre reginelle per  15-20 minuti.

Non cuocetele troppo perché rischiate di farle seccare. La loro consistenza deve essere croccante all’esterno e friabile all’interno, come ogni biscotto che si rispetti.

Una volta sfornate, fatele raffreddare su una gratella così da far preservare la loro innata croccantezza!

Sono perfette con il caffè o con il tè, ma anche da sole. Insomma: vanno bene con tutto!

Spero che questa ricetta vi abbia addolcito la giornata e che preparerete le vostre reginelle al più presto, pensando alle vostre future (si spera presto) vacanze in Sicilia!

Biscotti Reginelle: le “dolci” regine di Palermo ultima modifica: 2021-01-21T09:00:00+01:00 da Giusi Giaconia

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x