INTERVISTE

Intervista esclusiva a Remmidemmi. I suoi scatti in mostra alla Galerie Guillemain

Remmidemmi, aka Sandro Giordano, arriva finalmente a Parigi, in occasione di Paris Photo. Artista di origini romane con alle spalle un passato di scenografo ed attore.  Le opere fotografiche di Sandro Giordano sono state esposte in varie mostre collettive e personali in Italia, Belgio, Olanda, Francia, Germania, Spagna, Stati Uniti e Canada.

Oggi ItParigi lo ha incontrato, in vista della sua prossima mostra alla Galerie Alexandre Guillemain: _In Interiors (Style with no regrets). Dal 9 al 25 Novembre. 

Remmidemmi: da dove deriva la scelta di questo nome?

Remmidemmi vuol dire: ribaltiamo le cose, facciamo un gran casino, spacchiamo tutto! È un’espressione tedesca spesso usata negli stadi per incitare la propria squadra a segnare punto. Ho pensato fosse il nome più adatto a me rispetto a quello che faccio da quattro anni: mettere la gente a faccia in giù e gambe all’aria.

Com’è nata l’idea di questo progetto?

Gate 5 Gallery di Montecarlo, specializzata nella vendita di mobili vintage italiani di artisti come Gio Ponti, Gabriella Crespi ed Ettore Sottsass, ha avuto la brillante idea di unire design e fotografia, proponendomi di realizzare un progetto fotografico nello stile remmidemmiano che oramai un po’ tutti conoscono: la caduta. Racconto le disavventure di dieci donne dell’alta borghesia, ossessionate dalla volontà di possedere a tutti i costi il loro “pezzo” unico o da collezione, tanto da rimanerne vittime. Ho ricreato dieci interni, piccoli angoli di ogni appartamento, che il pubblico (durante la mostra) osserverà come se si trovasse dall’altro lato della “finestrella di un peep show”. Scegliendo per le foto un formato non eccessivamente grande e inserendole in un enorme passe-partout nero, si avrà la sensazione di spiare all’interno di queste stanze. L’effetto sarà leggermente claustrofobico ma accompagnato dalla stuzzicante curiosità di sapere cosa stava facendo la protagonista.

LA LUNGA ATTESA REMMIDEMMI

Remmidemmi _LA LUNGA ATTESA – in mostra alla Galerie Guillemain

Qual’è stata la foto più difficile da scattare?

Ce ne sono state un paio davvero complicate, ma l’incubo grande lo abbiamo vissuto con _EPPURE ERA QUI (foto in copertina n.d.r.), foto in cui la povera modella (la regina delle cadute Adelaide Di Bitonto) doveva entrare a testa in giù dentro un cassetto, mantenendosi in equilibrio solo appoggiando le cosce sul ripiano del mobile mentre con le braccia aperte al vento, teneva in mano due reggiseni.

E quella cui sei più legato?

Difficile rispondere a questa domanda… Forse __GIUSTO IN TEMPO e __LA LUNGA ATTESA, per la combinazione di linee, colori, luci e contenuto.

REMMIDEMMI GIUSTO IN TEMPO

Remmidemmi _GIUSTO IN TEMPO – in mostra alla Galerie Guillemain

All’inaugurazione i visitatori avranno la possibilità di essere fotografati ricreando le scene dei tuoi scatti. Da cosa nasce questa idea?

L’esposizione si terrà nella bellissima Galerie Alexandre Guillemain, divisa su due piani e a più livelli. In un angolo ricostruiremo uno dei set presentati nel progetto. Scatterò le foto con una Polaroid, dando al pubblico la possibilità di rivivere la “caduta” che solo fino a pochi minuti prima aveva osservato come voyeur e della quale, realizza stando in quella scomoda posizione, si può rimanere vittima da un momento all’altro.

Nei giorni a seguire chi vorrà potrà tornare in galleria a ritirare la propria foto realizzata durante l’inaugurazione.

Il vernissage avrà luogo l’8 Novembre dalle 18h30, con una live performance alle 19h. Remmidemmi e ItParigi vi aspettano! Viva l’italianité!

INFORMAZIONI PRATICHE:

Galerie Alexandre Guillemain, 35 rue Guénégaud, 75006, Paris

dal 9 al 25 Novembre, da martedì a sabato

orario: 11h-13h e 14h-19h

Elisa Alessandro

Autore: Elisa Alessandro

Membro a vita del Duse Studio di Roma, Centro Internazionale di Cinema e Teatro, diretto da Francesca De Sapio.
Nel 2006 fonda insieme a Marco Calvani l’Associazione Culturale Mixò. Attrice e autrice (nel 2008 e 2011) scrive ed interpreta “Sarà Estate –
dedicato a Jean Seberg”, debutta a teatro all’età di 16 anni e ha all’attivo numerose esperienze in Italia e all’estero. Ha lavorato, tra gli altri, con Neil LaBute, Marco Calvani, Luciano Melchionna, Ivano De Matteo, Francesca De Sapio, Carlotta Corradi, Lidia Vitale, Marco De Luca.
Vive a Parigi dal 2011 e sta attualmente lavorando alla realizzazione del suo primo lungometraggio.

Intervista esclusiva a Remmidemmi. I suoi scatti in mostra alla Galerie Guillemain ultima modifica: 2017-11-06T11:03:25+00:00 da Elisa Alessandro

Commenti

To Top