NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
ARTE

Il fotografo Gianni Berengo Gardin in mostra all’Istituto Italiano di Cultura

Fêtes, Istituto italiano di cultura,Parigi

Nel fervore del mese della fotografia a Parigi, l’istituto italiano di cultura presenta dal 6 novembre al 6 dicembre la mostra fotografica “Fêtes” di Gianni Berengo Gardin.

Gianni Berengo Gardini, il lavoro come passione

Ritratto Berengo Gardin 0

Gianni Berengo Gardin è nato in Liguria nel 1930, sviluppa la sua passione per la fotografica nel 1954, dopo aver vissuto a Roma, Venezia, Lugano e Parigi e, nel 1965 si stabilisce a Milano. Oggi si può considerare uno dei più grandi fotografi del dopoguerra. Fedele alla fotografia analogica come i suoi maestri Cartier-Bresson, William Klein, Jim Smith e Willy Ronis, con l’occhio attento del fotografo ha raccontato l’evoluzione della società italiana dal dopoguerra ai giorni nostri. Il suo sguardo non si è mai fossilizzato in una tematica costate ma le sue foto spaziano dal reportage all’architettura, dall’indagine sociale alla foto industriale. Ha realizzato più di 300 mostre personali all’estero e in Italia e nel 1995 ha vinto l’importante premio Leica Oskar Barnack. Inoltre, dal 1990 è membro dell’agenzia fotografica Contrasto e nel maggio 2009 gli è stata conferita la Laurea honoris causa in Storia e Critica dell’Arte dall’Università Statale di Milano.

L’istituto Italiano di cultura è in “festa”

Fêtes, Istituto italiano di cultura,Parigi

La mostra “Fêtes”, nel magnifico Hotel de Galliffet, in occasione dell’evento «PhotoSaintGermain», a cura di Giulia Cogoli, in collaborazione con Pistoia – Dialoghi sull’uomo, riunisce sessanta fotografie selezionate dall’archivio di Gianni Berengo Gardin. Tutte in bianco e nero realizzate fra il 1957 e il 2009, molte fra le quali inedite, tutte dedicate alla cultura popolare italiana. La mostra racconta e testimonia l’evoluzione socioculturale dell’Italia attraverso il tema della “festa”. La selezione fotografica mostra la diversità e la ricchezza regionale del nostro paese coi differenti riti, costumi e tradizioni. Come dice Gianni Berengo Gardin «Sono stato attratto dalle diverse manifestazioni della cultura popolare fino dai miei esordi, il mio lavoro mi ha portato a viaggiare per tutta l’Italia e sono venuto così in contatto con il ricchissimo patrimonio di tradizioni, riti e costumi che caratterizza il nostro paese. Per me fotografare è stato anche un modo per essere partecipe di questi momenti straordinari, densi di significato. Credo che queste fotografie abbiano oggi un valore di testimonianza, documentano mondi in alcuni casi ormai scomparsi, in altri contaminati da altre forme di partecipazione che li hanno mutati per sempre».

Il fotografo Gianni Berengo Gardin in mostra all’Istituto Italiano di Cultura ultima modifica: 2018-11-14T08:41:37+00:00 da Carlotta Montaldo

Commenti

To Top