NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itParigi

EVENTI NEWS

Venezia 77 : i film italiani e francesi che vorremo vedere al cinema

Venezia 77 red carpet

La Mostra internazionale d’arte cinematografica di Veneziadal 2 al 12 settembre – è in dirittura d’arrivo. Dopo aver letto, ascoltato, osservato riguardo le pellicole proposte a Venezia 77 ci siamo fatti un’idea di quello che assolutamente vorremo vedere al cinema i prossimi mesi. Senza nulla togliere alla validissima offerta internazionale, in questo particolare contesto italo-francese ci limiteremo alla proposta cinematografica di casa e d’oltralpe. La scelta è oltretutto giustificata dalla quasi totale assenza americana, dovuta alla pausa forzata attuata da praticamente tutti gli studios hollywoodiani.

Venezia 77 Locandina
Il poster per Venezia 77 a opera di Lorenzo Mattotti.

Venezia 77 ai tempi del Covid

Questa edizione di Venezia 77 si sta dimostrando essere, come previsto, diversa dalle altre. Oltretutto, Covid oblige. A differenza di altre manifestazioni della stessa portata, come per esempio il Salone del Mobile di Milano, a Venezia si è voluto dare un segnale forte di continuità. In un periodo eccezionale come questo, quindi, il ritmo è scandito da un rigido protocollo di mascherine sul red carpet e distanziamento. Non mancano tuttavia i “grandi classici” della Mostra del cinema di Venezia. Iniziamo dalla locandina, firmata ancora una volta da Lorenzo Mattotti, che rappresenta due acrobati in azione su uno sfondo blu laguna. Stellare anche l’eccezionale presenza femminile, a partire dall’attrice Anna Foglietta, madrina di questa edizione, e da Cate Blanchett, presidente della Giuria dei film in Concorso, con Nicola Lagioia e altri. In rosa anche i Leoni alla carriera ad Ann Hui e Tilda Swinton.

Venezia 77 Tilda Swinton
Tilda Swinton, Leone d’oro alla carriera a Venezia 77.

Una selezione di film tutti italiani

A inaugurare la kermesse il 2 settembre è stata la pellicola fuori concorso Lacci di Daniele Lucchetti, tratta dal romanzo di Domenico Starnone con un cast di attori come Alba Rohrwacher e Luigi LoCascio. Ambientato proprio a Venezia, invece, il film di chiusura, sempre nella sezione Fuori Concorso, Lasciami andare di Stefano Mordini, interpretato da Stefano Accorsi e Maya Sansa, ancora una volta sullo schermo insieme. In primo piano invece anche i due docu-film di cui non vediamo l’ora: Salvatore Shoemaker of dreams di Luca Guadagnino – sulla vita dello stilista e imprenditore Salvatore Ferragamo e Paolo Conte, vieni via con me di Giorgio Verdelli – con il contributo di molti tra cantautori e attori. 

Ma passiamo ora ai quattro film italiani in concorso a Venezia 77. Iniziamo con Padrenostro, in cui il sempre bravo Pierfrancesco Favino svolge il ruolo sia di attore sia di produttore. Da tenere d’occhio è anche Le sorelle Macaluso di Emma Dante, una storia forte, tutta al femminile. E ancora, Susanna Nicchiarelli – la ricordiamo con Cosmonauta – che presenterà Miss Marx, un biopic dedicato alla figlia di Marx. Infine il premiatissimo – anche a Venezia – Gianfranco Rosi con Notturno

Venezia 77 Anna Foglietta
Anna Foglietta, madrina di Venezia 77.

La presenza francese a Venezia 77

Per quanto riguarda il cinema d’oltralpe, la presenza francese in giuria è garantita da Ludivine Sagner, musa del cineasta François Ozon. Ed eccoci quindi ai film presentati. Amants di Nicole Garcia è in gara per il Leone d’Oro. Come il titolo lascia intendere, siamo di fronte a una struggente storia d’amore che segna il ritorno della regista a Venezia più di vent’anni dopo Place Vendôme, grazie al quale Catherine Deneuve si aggiudicò il premio per la migliore interpretazione femminile. 

Oltre a ciò, da segnalare una moltitudine di coproduzioni francesi, in competizione e fuori concorso. Come ad esempio Laila in Haifa e il già citato Notturno – entrambi i film propongono uno spaccato di attualità sul Medio Oriente. 

Venezia 77 Photocall di Omelia Contadina
La regista italiana Alice Rohrwacher e lo street artist francese JR al photocall del loro cortometraggio “Omelia contadina”.

Per concludere: un corto italiano ambientato a Parigi

Ma terminiamo con un delizioso bonus track cinematografico, un cortometraggio in stop motion tutto italiano ma ambientato a Parigi. Non poteva essere altrimenti per una storia d’amore delicata e agée, che strizza l’occhio all’immaginario francese incarnato da Amélie Poulain e da L’illusionista di Sylvain Chomet. Solitaire di Edoardo Natoli è stato infatti presentato a Venezia 77 durante le Giornate degli autori

Insomma, di materiale ce n’è. Preparate le mascherine, si va al cinema. 

Per tutte le immagini a corredo dell’articolo ©Labiennaledivenezia (Facebook).

Venezia 77 : i film italiani e francesi che vorremo vedere al cinema ultima modifica: 2020-09-11T22:26:23+02:00 da Serena Mascoli
To Top