NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itParigi

ARTE & CULTURA EVENTI

“Il corpo e l’anima, da Donatello a Michelangelo” dal 22 ottobre al Louvre

Il corpo e l'anima da Donatello a Michelangelo - bacco e arianna

L’autunno del Louvre riparte all’insegna dei capolavori dell’arte italiana. La mostra “Il corpo e l’anima, da Donatello a Michelangelo. Scultura Italiana del Rinascimento”, organizzata in collaborazione con il museo del Castello Sforzesco di Milano sarà infatti uno degli eventi di punta della fine del 2020. La mostra, inizialmente prevista nel periodo primaverile-estivo (dal 6 maggio al 17 agosto), è stata poi slittata a fine ottobre a causa della pandemia del Covid 19.

Come riprende il nome stesso, l’esposizione si incentra sulla scultura italiana del Rinascimento, un periodo molto florido per l’arte nostrana, che ha visto il passaggio di molti artisti resi “immortali” dai propri capolavori, primi fra tutti Donatello e Michelangelo (ma anche Tullio Lombardo, Bertoldo di Giovanni, Antonio Pollaiolo, Bartolomeo Bellano, Bambaia, Francesco di Giorgio Martini, Sansovino, Giovanfrancesco Rustici, Cristoforo Solari, ecc.). Il Louvre ospiterà più di 150 opere, realizzate dai maestri italiani nel periodo che va dalla metà del XV secolo alla metà del XVI secolo. Protagonista è la figura umana, nel suo essere corpo e anima, nell’interpretazione innovativa data dagli scultori del tempo.

Il corpo e l'anima da Donatello a Michelangelo Pietà Rondanini
Pietà Rodanini, Michelangelo Buonarroti (1552-1553), Museo del Castello Sforzesco di Milano. Foto: © Paolo da Reggio – Commons Wikimedia

Il corpo e l’anima, da Donatello a Michelangelo: i tre temi dell’esposizione

La mostra “Il corpo e l’anima, da Donatello a Michelangelo. Scultura Italiana del Rinascimento” si svilupperà su tre grandi temi principali. Il primo è “Il furore e la Grazia”, che esplorerà l’interesse dei maestri per le composizioni complesse e l’intensificazione dei movimenti del corpo. Il secondo, “Emozionare e convincere” mette al centro gli stati delle emozioni come fulcro delle pratiche artistiche, con lo scopo di suscitare un forte impatto emotivo nei visitatori. Il terzo e ultimo tema, “Da Dioniso ad Apollo”, riflette sulla contemplazione dell’antichità classica espressa nella scultura, alla ricerca di una nuova armonia che trascende il naturalismo dei gesti e delle emozioni estreme, proprio come avviene nella pittura.

L’esposizione sarà visitabile dal 22 ottobre 2020 al 18 gennaio 2021 al museo del Louvre. Dal 5 marzo al 6 giugno 2021 si trasferirà poi al Castello Sforzesco. Curatori della mostra saranno Marc Bormand (Museo del Louvre), Francesca Tasso (Museo delle Arti Decorative del Castello Sforzesco) e Beatrice Paolozzi Strozzi (Museo del Bargello di Firenze).

In copertina: Bacco e Arianna, Tullio Lombardo (1505-1510), Kunsthistorisches Museum di Vienna.
Foto: © Vassil – Commons Wikimedia
.

“Il corpo e l’anima, da Donatello a Michelangelo” dal 22 ottobre al Louvre ultima modifica: 2020-10-20T09:27:40+02:00 da Antonello Ciccarello
To Top