NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
ARTE

Leonardo genio superstar: il 2019 celebra i 500 anni dalla morte

Leonardo

Il 2019 è decisamente un anno all’insegna di Leonardo da Vinci. Infatti, esattamente 500 anni fa – il 2 maggio 1519Leonardo di ser Piero da Vinci moriva a 67 anni al castello di Clos-Lucé ad Amboise in Francia. Da mesi ormai non si parla d’altro (almeno per gli addetti ai lavori), se non delle celebrazioni in corso e in preparazione per onorare questa ricorrenza. In particolare, Firenze, Milano e Parigi sfoggeranno le loro più brillanti risorse di città d’arte per essere all’altezza di un anniversario così importante.

 

Leonardo da Vinci: 500 anni fa la morte

Inventore, pittore, scultore, studioso, scienziato. Eccentrico, geniale, poliedrico, multiforme. Un centinaio di definizioni non basterebbe per arginare la descrizione di un personaggio assoluto. Ma vediamo in brevissimo le tappe fondamentali dell’umanista più rivoluzionario di sempre. Nel 1452 Leonardo da Vinci nasce in Toscana e giovanissimo diviene allievo del Verrocchio, figura di punta del milieu artistico fiorentino. All’inizio degli anni ’80 del Quattrocento si trasferisce a Milano – città che gli ha dato e a cui ha dato tantissimo – e inizia lo strettissimo rapporto committente-artista con Ludovico Sforza. Il Cinquecento esordisce l’opera-manifesto più emblematica e universalmente conosciuta: la Gioconda. In seguito si trasferisce a Roma al servizio di Giuliano de’ Medici e poi in Francia dove diviene premier peintre di Francesco I e dove, appunto, morirà nel 1519.

 

I Ritals alle prese con la Gioconda.

 

Leonardo da Vinci “divino artista”

Già Giorgio Vasari parlava di lui come di un “divino artista”. Ma perché Leonardo continua ad affascinarci così tanto, al punto di elevarsi fin alle più alte vette della ricerca storica nel campo dell’arte ma, allo stesso tempo, essere così incredibilmente mainstream, così sfacciatamente pop? Forse per quell’incapacità di incasellarlo in definizioni che finirebbero per risultare irrimediabilmente e ridicolmente strette per una figura complessa e libera come quella di Leonardo. Basti solo pensare allo sguardo conturbante della sua Monna Lisa, al mistero di quel sorriso che spinge ogni giorno frotte di turisti ad accalcarsi in quella famosa sala del Louvre. Non a caso si tratta dell’opera a cui l’artista stesso fu più legato in assoluto, tanto da portare con sé la tela alla corte di Francesco I.

(Piccola precisazione: no amici, nessuno ha rubato la povera Gioconda agli italiani. È bene chiarirlo una volta per tutte!).

Superstar pop

Ma appunto, il “mistero Leonardo” continua ad attraversare le epoche e le mode e a intrigare. Omosessuale, vegetariano, di una modernità sconcertante già per i suoi contemporanei, Leonardo da Vinci è di attualità oggi più che mai. E, se possibile, in veste ancora più pop. Dopo Salvador Dalí, Andy Warhol e Botero che ne hanno reinterpretato la Giconda, ormai Leonardo è dappertutto. Una delle star di Hollywood ne porta il nome, sì, proprio lui, il DiCaprio dei nostri cuori. E, a proposito, non si chiamava così anche una delle Tartarughe Ninja – le altre erano Raffaello, Donatello e Michelangelo; figli degli anni ’80, ve le ricordate, vero? Per non parlare, poi, della ripresa strabiliante avvenuta con la pubblicazione del romanzo Il codice da Vinci. Ma non basta, Leonardo diventa addirittura virale con la pubblicazione del video Apeshit in cui Beyoncé e Jay-Z posano in ghingheri proprio al Louvre davanti alla Gioconda.

 

Leonardo

Beyoncé e Jay-Z in posa davanti alla Gioconda nel video di Apeshit. Foto: ©France.fr (Facebook).

 

Mini guida agli eventi in programma per i 500 anni dalla morte di Leonardo

Ma torniamo a noi: quali sono gli eventi previsti per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci? Certamente ci saranno manifestazioni durante tutto il 2019 a Vinci, a Firenze, Milano e al castello di Amboise. Ma innanzitutto e soprattutto ci sarà, a ottobre, la magnifica retrospettiva che il Louvre sta preparando da mesi, al centro della poco simpatica querelle tra Italia e Francia per il prestito delle opere leonardesche custodite in Italia. Noi, intanto, in attesa di una serena e soprattutto collaborativa risoluzione della questione, aspettiamo pazienti il 2 maggio.

Immagine di copertina: Un dettaglio della Vergine delle rocce, 1494-1499. Foto: ©Leonardo da Vinci (Facebook).

Serena Mascoli

Autore: Serena Mascoli

Pugliese, classe 1984, dopo gli studi in Storia dell’Arte e in Codicologia si trasferisce a Gerusalemme e in seguito a Milano. Dal 2013 vive a Parigi lavorando come redattrice per diversi studi editoriali. Viaggiatrice indefessa, sempre alla ricerca di qualche concerto in cui scatenarsi, dell’Italia le manca il suo mare e la Lemonsoda.

Leonardo genio superstar: il 2019 celebra i 500 anni dalla morte ultima modifica: 2019-04-29T08:52:46+02:00 da Serena Mascoli

Commenti

To Top