COSA FARE

Mont Saint-Michel: arte, storia e natura per #NonSoloParigi!

mont saint-michel

Avete voglia di un momento di evasione dalla frenetica parigina approfittando delle “vacanze pasquali” scolastiche? Bene, noi di itParigi arriviamo al momento giusto, e con la nostra rubrica #NonSoloParigi siamo pronti a portarvi fuori dal Boulevard Peripherique e dalla classica routine parigina. Dove vi portiamo con questo terzo appuntamento? Oltre l’Ile de France, per arrivare ai limiti della Normandia, in quello che rappresenta il secondo monumento più visitato in Francia, e dal 1972 è entrato a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO: oggi andiamo a scoprire le Mont Saint-Michel.

Immaginate un enorme scoglio in mezzo al mare, dominato dall’alto da un imponente e maestosa abbazia in stile gotico. Sola, isolata, quasi inaccessibile. Eppure ad un certo punto della giornata, ecco che davanti a voi si apre una strada tra l’acqua; il livello del mare cala, diventando sempre più basso, e infine ecco che la grande fortezza è accessibile a tutti. Questo è il Mont Saint-Michel.

Un luogo magico, quasi fantastico, che si affaccia proprio sul Canale della Manica. A quasi 400 km dalla capitale, il Mont Saint-Michel è conosciuto in tutto il mondo proprio per le sua maree, che lo rendono uno dei luoghi più affascinanti di Francia e non solo.

mont saint-michel

Una veduta della guglia di San Michele dalla terrazza dell’abbazia.

Come raggiungere il Mont Saint-Michel

Il modo più semplice per raggiungere il Mont Saint-Michel partendo da Parigi è sicuramente con un’auto. Prepariamoci ad almeno quattro ore di viaggio in autostrada sulla A13. Il costo dei pedaggi non dovrebbe superare i 25€ per la sola andata, ma molto dipenderà anche dai costi che incontreremo per lasciare Parigi.

Una volta arrivati nelle vicinanze di Mont Saint-Michel, dopo aver visto già in lontananza tra le verdi campagne della Normandia le alte cime delle guglie dell’abbazia, saremo accolti da un ampio parcheggio, il cui costo è sempre di 11,70€; ma se la nostra visita dura meno di due ore possiamo cavarcela con 6,30€, e se siamo dei temerari che riescono a visitare tutto in mezz’ora possiamo anche avere il parcheggio gratuito! Ma questa opzione ve la sconsigliamo vivamente.

Se invece non abbiamo a disposizione un’auto allora possiamo ricorrere ai mezzi pubblici. Partendo da Parigi Montaparnasse avremmo a disposizione il TGV per Rennes, a cui dovremmo aggiungere un collegamento in bus. Da Parigi Saint-Lazare, invece, dovremmo ricorrere ad un treno semplice verso Caen; per poi spostarci con un TER a Pontorson e poi una navetta che ci condurrà direttamente al monte.

Ma che si prenda l’auto o i mezzi pubblici, una volta arrivati nell’ultimo lembo di terra “totalmente ferma” avremo poche alternative. Infatti dal punto accoglienza è possibile raggiungere il Mont Saint-Michel o con una navetta gratuita che passa ogni 12 minuti, oppure una piccola passeggiata a piedi di 3 km lungo la nuovissima passerella. Vi consigliamo vivamente la seconda opzione!

Arriviamo al punto forte, l’Abbazia di Mont Saint-Michel!

Maestosa, magnifica, ricoperta da un alone di fascino e mistero.

Così appare da lontano la grande abbazia iniziata nel XI secolo andando ad ampliare l’abbazia benedettina del 966 a.C..

Da lì in poi, e fino al XVIII imponenti opere di ampliamento contribuiscono a rendere l’abbazia di Mont Saint-Michel come la conosciamo oggi. Ma solo recentemente, nel 1896 si arriva al coronamento di quella che è diventata poi il simbolo dell’intera isola: la statua di San Michele Arcangelo e le sue celebri guglie ad un’altezza di 177 metri.

L’interno dell’abbazia è visitabile quasi interamente: dal chiostro alla grande terrazza sul mare; dalle sale di preghiera alla chiesa abbaziale a croce latina. Il tutto visitabile dopo l’acquisto del biglietto di 10€ per la visita completa, ma se avete meno di 26 anni, come per i musei parigini, la visita sarà totalmente gratuita!

mont saint-michel

Una veduta del panorama attorno al Mont Saint-Michel da una delle finestre dell’abbazia.

Ma oltre la principale attrazione, ci sarà anche altro o ci limitiamo all’abbazia?

Per quanto sia veramente molto piccolo, pensate che ha una superficie di appena 4 km², il Mont Saint-Michel oltre alla magnifica abbazia ha un piccolo villaggio sottostante che è un vero e proprio gioiello. Perdersi tra le piccole stradine del centro storico sarà veramente meraviglioso, così come percorrere i grandi e possenti bastioni che proteggono la fortificazione. Mangiare una crêpe e sorseggiare un buon bicchiere di sidro con lo sfondo dell’Oceano sarà veramente un’esperienza unica.

Ma ovviamente non dobbiamo dimenticare le maree! Infatti lo spettacolo dell’acqua che si ritira e poi ritorna è possibile viverlo in diretta. E se non volete perderlo vi consigliamo di visitare questo sito così da avere chiari i momenti topici della giornata. E se capitate in un momento di bassa marea armatevi di pantaloncini corti e tanta voglia di camminare: infatti sarà possibile spingersi lontano tra le bassissime acque dell’oceano, arrivando anche a centinaia di metri di distanza dal grande scoglio. 

Un’esperienza unica per un luogo che non ha pari a livello mondiale. Il Mont Saint-Michel è una meraviglia architettonica, naturalistica e anche religiosa che merita di esser vista almeno una volta nella vita. E allora, siete pronti per mettervi in marcia!?

Alessandro Pesapane

Autore: Alessandro Pesapane

Nato tra le splendide spiagge della Sardegna, dopo aver lavorato nel mondo della comunicazione e della formazione nella sua regione, si trasferisce a Parigi nel giorno esatto in cui compie i fatidici 30 anni.
Appassionato di arte, musica, cinema, cultura, sport, politica, cucina, scrittura, lettura, natura, architettura, non ha ancora trovato qualcosa che lo annoi, ma la sua ricerca non è ancora finita.

Mont Saint-Michel: arte, storia e natura per #NonSoloParigi! ultima modifica: 2018-04-16T10:17:34+00:00 da Alessandro Pesapane

Commenti

To Top