NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itParigi

ARTE PARIGI

Petit Palais: riaprirà? Sinon, vi ci accompagniamo noi!

Petit Palais - Monet Petit Palais

Giorni duri anche per l’arte, quelli del Coronavirus. Dopo il tanto atteso déconfinement, partito l’11 maggio scorso, alcuni musei tentano la riapertura. È il caso del Petit Palais, piccolo soltanto nel nome, ma grandioso nell’essere anch’esso, un’opera d’arte! Nell’attesa che questo ultra centenario delle belle arti, riapra i battenti, vi ci accompagniamo noi in una visita “virtuale”. Godetevi la nostra prospettiva di questo gioiello dei Giardini degli Champs Elysées. Che possa nuovamente sbocciare al più presto!

1900: l’architetto Charles Girault e la sua creatura, il Petit Palais

L’Esposizione Universale del 1900 ne ha viste davvero tante! Dall’inaugurazione un anno prima della Tour Eiffel, alla costruzione di imponenti opere museali. Tra queste, ci fu anche il Petit Palais, nato dal genio dell’architetto francese Charles Girault. Come gran parte delle perle nate durante le esposizioni universali, anche il “piccolo palazzo” sarebbe dovuto essere soltanto un padiglione espositivo.

Interno Petit Palais

Del resto si sa: così come accadde per la bella Dame de Fer, o per la Pagoda di Vincennes, anche il piccolo Musée des beaux-arts, da padiglione divenne ben presto una super star! Vi accompagniamo alla sua scoperta, tra scalinate di panna montata e artisti eterni, dandovi un assaggio di ciò che potrete ammirare (speriamo) presto.

Entriamo nel “piccolo palazzo”, un vero wunderkammer architettonico

Varcare la soglia del Petit Palais è un po’ come entrare in un mondo incantato, tra le sue scalinate in puro stile parigino che sembrano fatte di panna montata. La sontuosità architettonica ricorda quasi quella del Panthéon e questo emiciclo trasuda bellezza dalla facciata esterna così come dai corridoi interni. Corridoi ricurvi in cui è cristallizzato il passaggio sulla Terra di grandi artisti.

Scalinate Petit Palais
Scalinate del Petit Palais – Ph. S.J. De Rosa

Sui suoi tetti dalle inconfondibili forme a bulbo e dalle tegole grigio-scuro, statue dorate di angeli indicano l’orizzonte, lo sguardo che si perde sulla Parigi senza tempo. È impossibile godere appieno del Piccolo Palazzo senza alzare gli occhi ai suoi soffitti affrescati, per poi rivolgerli alla corte interna, immersa nella natura di un giardino segreto.

Tetti E Statue Petit Palais
I tetti del Petit Palais – Ph. S.J. De Rosa

Un incanto vegetale silenzioso, nonostante la presenza dei turisti, che assicura una pausa quasi ultraterrena dalla visita del museo. Ma quali artisti sono esposti al Musée des beaux-arts de la ville de Paris? Continuate con noi questo viaggio nell’arte.

I pittori esposti al Petit Palais: dai maestri fiamminghi agli impressionisti francesi

Rubens, Rembrandt, Jan Steen e poi ancora Monet, Pissarro, il nostro mitico Andrea Mantegna. Nel cuore pulsante del Petit Palais possiamo ritrovare i grandi maestri fiamminghi, gli impressionisti francesi e le nostre glorie italiane. Dagli autoritratti di Rembrandt alle donne sinuose di Ingres, per poi passare a quelle impressioni di natura e infinito, picchiettate su tela.

Monet Petit Palais
Un Monet al Petit Palais – Ph. S.J. De Rosa

Camminare per i corridoi e le sale di questo museo significa ripercorrere in un attimo tutta la storia dell’arte che ha tradotto la sensibilità umana. Non so voi, miei cari lettori, ma poter vedere dal vivo, a pochi passi di distanza, magie conosciute solo sui libri di scuola, non ha prezzo. Ed ecco che i sogni di chi, da bambino, sognava di poter assistere a quell’incanto artistico lontano, diventano realtà.

Le sculture del Piccolo Palazzo: dalla baccante di Clésinger agli amanti di Rodin

Dal marmo alla vita: sarebbe questo il modo giusto per descrivere le sculture del Petit Palais. Tra le tante, lo sguardo non può che posarsi sulla Baccante distesa di Clésinger. Jean-Baptiste, detto Auguste, non era estraneo agli scandali: aveva infatti già scolpito ed esposto, nel 1847, la Donna morsa da un serpente. Era questa una conturbante scultura di donna che rievocava le fattezze di una certa Apollonie Sabatier, una modella perfettamente a suo agio con i costumi della Parigi libertina.

Petit Palais - Baccante Petit Palais
La Baccante di Clésinger – Ph. S.J. De Rosa

L’opera generò l’atteso scalpore ed ebbe, allo stesso tempo, un successo memorabile. Clésinger allora, decise di duplicare la sua creazione, con misure più grandi e decisamente realistiche. Ecco che la Bacchante couchée venne esposta e conservata nel Musée des beaux-arts de Paris, attirando il commento dello stesso Théophile Gautier, scrittore e critico francese dell’epoca, che disse: “È un puro delirio orgiastico”. Credo che la bellezza e la voluttuosità di quest’opera, dicano già tutto.

Baccante Distesa Petit Palais
La Baccante distesa al Petit Palais – Ph. S.J. De Rosa

Da ricordare anche Amour et Psyché di Auguste Rodin, stretti in un sensuale abbraccio, molto poco neoclassico, ma sicuramente di un impatto emotivo travolgente. Parleremo di questo grande e controverso artista molto presto…

Amore E Psiche Rodin
Amour et Psyché, Rodin – Ph. S.J. De Rosa

Il Petit Palais è prossimo alla riapertura? Si parla del 16 giugno

Come il Governo francese ha annunciato per quanto riguarda il deconfinamento, piccole realtà museali e biblioteche, potranno riaprire. È il caso del Petit Palais che, sperando in un contenimento dei contagi a Parigi, dovrebbe riaprire al pubblico a partire dal 16 giugno 2020. È d’obbligo precisare che si tratta di una situazione ancora molto delicata e che necessita l’impegno di tutti alla prudenza.

Abbiamo in ogni caso cercato di prendervi per mano e di accompagnarvi in questo meraviglioso “piccolo” museo. Speriamo di avervi ispirati e convinti dell’unico punto fermo di questi tempi così difficili: l’arte non conosce distanze.

Petit Palais: riaprirà? Sinon, vi ci accompagniamo noi! ultima modifica: 2020-05-21T09:15:00+02:00 da Sarah Jay De Rosa
To Top