NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
EVENTI

“Che fine ha fatto Baby Jane” a Parigi dal 23 marzo al 21 aprile 2018

Che fine ha fatto Baby Jane

Che cosa è il teatro? Una delle testimonianze più certe del bisogno dell’uomo di provare in una sola volta più emozioni possibili” (Eugène Delacroix). “Che fine ha fatto Baby Jane?”, riadattamento teatrale dell’omonimo romanzo di Henry Farrell (diretto da Sebastiano Mancuso) è un chiaro esempio di quanto affermato dal pittore francese. La Compagnia del Matto, reduce da un grande successo in patria, sarà in scena a Parigi dal 23 marzo al 21 aprile al Théo Théâtre. “Che fine ha fatto Baby Jane” (Qu’est-il arrivé à Baby Jane), per l’occasione verrà recitato, non in lingua italiana, ma in francese. I due protagonisti saranno Elmo Ler, che interpreterà Jane Hudson, e Loriana Rosto, che interpreterà invece la sorella Blanche. Tra gli altri attori del cast etneo “purosangue”, anche Antonella Scornavacca, nel ruolo della governante Edna.

La scelta di proporre “Che fine ha fatto Baby Jane” nella Ville Lumière non è casuale. “Parigi per me è una seconda patria – afferma Elmo Lerper cui portarlo in scena in Francia è stato un percorso naturale“. L’apprezzamento da parte del pubblico italiano è stato fonte di emozione e soddisfazione per gli attori, ma anche un incentivo per mantenere un’alta professionalità.

Qu'est-il arrivé à baby Jane Parigi

Sentire la responsabilità di un testo così impegnato e anche in doppia stesura (italiano e francese) ci fa prendere l’intera opera con infinito rispetto. Si può dire quasi una riverenza a dei personaggi cosi fragili e forti, complessi, intrisi di tutte quelle contraddizioni dell’animo umano ed estremamente intensi”. Queste le parole dei due protagonisti Elmo Ler e Loriana Rosto, che danno il volto a Jane e Blanche Hudson. “Abbiamo dovuto scavare dentro di noi – continuano i due attori- per potere fare uscire emozioni sopite, ritornare con la mente ed il cuore a quando eravamo piccoli per ricostruire il conflitto delle due donne“.

Da Catania a Parigi: “Che fine ha fatto Baby Jane” al Théo Théâtre

 “Qu’est-it arrivé à Baby Jane” di Sebastiano Mancuso si discosta dalla versione cinematografica del 1962 di Robert Aldrich, per avvicinarsi più al romanzo originale. Jane Hudson è l’ormai ex enfant-prodige “Baby Jane”, la cui carriera, dopo l’infanzia, non è più decollata, facendola cadere nella spirale dell’alcol e della depressione. La sorella Blanche, ex star hollywoodiana, ha interrotto prematuramente la sua carriera a causa di un incidente che l’ha costretta sulla sedia a rotelle. I sentimenti di “odi et amo” si acuiranno sempre di più e porteranno Jane ad atti di odio e cattiveria nei confronti della sorella. Nonostante ciò, lei si prenderà cura di Blanche, nonostante la rivalità, presa da atti di tenerezza, buoni sentimenti e sensi di colpa.

Qu'est-il arrivé à Baby Jane Paris

A rendere speciale questa versione teatrale del thriller psicologico di Henry Farrell, non solo gli attori e il regista Mancuso, ma anche Mirco Sassoli, il quale ha adattato le scene per il teatro, lo stilista GiamPietro Nicita (Visual), la stilista Laura Guidotto (per scene e costumi) e Maria Regina Betti (Foto di scena). “Qu’est-il arrivé à Baby Jane?”, è un’opera unica e imperdibile per gli amanti del teatro, per dirla in poche parole, un concentrato di emozioni.

INFO PRATICHE:

Théo Théâtre, www.theotheatre.com

20, rue Théodore Deck. Paris 15e.

Tous les Vendredis à 21h30
Tous les Samedis à 19h30
Rèservations
www.billetreduc.com/201474/evt.htm
ou 01 45 54 00 16

Antonello Ciccarello

Autore: Antonello Ciccarello

Siciliano di nascita, nel 2012 consegue la laurea triennale in Giornalismo per Uffici Stampa all’università di Palermo e, nel 2014, la laurea magistrale in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l’università di Parma. Amante dei Beatles, dei viaggi e interessato a tutto ciò che riguarda la cultura, la politica e la società, scrive per raccontare il mondo.

“Che fine ha fatto Baby Jane” a Parigi dal 23 marzo al 21 aprile 2018 ultima modifica: 2018-03-20T19:41:37+00:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

To Top