NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA
ARTE EVENTI PARIGI

Expo La Lune al Grand Palais fino al 22 luglio

Expo La Lune Derosa 0bis

Expo La Lune al Grand Palais di Parigi fino al 22 luglio. La Luna in tutte le sue declinazioni, spiata e catturata su tela dai nomi più importanti dell’arte. Più di 190 opere esposte al Grand Palais tracciano il percorso di questa sirena incantatrice, che da sempre ha stregato l’uomo e l’artista. Da Chagall a Mirò, dal viaggio reale a quello immaginario, per festeggiare i 50 anni da quel primo passo dell’uomo sulla Luna.

21 luglio 1969: l’Apollo 11 atterra sulla Luna

Expo La Lune Derosa 0

Expo La Lune – locandina © Grand Palais

Una data memorabile, probabilmente ricordata dai nostri genitori, incollati da bambini alla radio, in una calda estate del ’69. L’umanità ce l’aveva fatta e dopo millenni a guardare col naso in su, una notte stellata, era lì, era per la prima volta sul suolo lunare. Neil Armstrong e il suo secondo, Buss Aldrin, compirono la passeggiata più famosa di sempre, vivendo un’emozione che cambierà la storia del mondo. Dirà lo stesso Aldrin, trasmettendo alla Terra:

“Qui è il pilota del LEM. Vorrei cogliere questa opportunità per chiedere ad ogni persona che ascolta, chiunque e ovunque si trovi, di fermarsi un momento e contemplare di eventi delle ultime ore e ringraziare a modo suo. Passo”.

Expo La Lune: non solo dipinti

Expo La Lune Derosa 1

Voyage dans La Lune (1902) George Melies © Grand Palais

Il Grand Palais accoglie da aprile un’esposizione magica, svelando il lato oscuro della Luna e le sue molteplici ispirazioni. Gli artisti esposti sono Marc Chagall con le sue tele che spingono al sogno, all’immaginario; Man Ray, il fotografo americano che nel 1918 incantò gli spettatori di tutto il mondo, con i suoi scatti surreali. E poi lo spagnolo Joan Mirò, “il più surrealista di tutti” come lo definì André Breton, padre della stessa corrente artistica, per poi arrivare a Auguste Rodin, celebre scultore del “Bacio”. Ma non solo opere statiche all’Expo La Lune: a completare questa incursione nel mito della Luna e dei suoi misteri, anche il cinema. Come non ricordare il noto Voyage dans la Lune, in cui il famoso regista George Méliès, immaginava per la prima volta l’allunaggio. Era il 1902, erano gli albori della cinematografia e sbalorditive immagini mute, sfilavano su una pellicola, impressionando il pubblico dell’epoca.

Expo La Lune: fino al 22 luglio al Grand Palais

Un incanto lungo millenni e lei è sempre lì ad accogliere qualche preghiera, molti sospiri e chissà quante liriche… Attraverso diversi mezzi espressivi, il Grand Palais allestisce l’Expo La Lune in maniera sublime. La storia della Luna, delle sue magiche ispirazioni durante i secoli, il tutto in un’esposizione che si offre ancora per pochi giorni. E non dimenticate nemmeno la soirée evento MOOON del 20 luglio in cui si festeggeranno ufficialmente i 50 anni dallo sbarco dell’Uomo sulla Luna: il programma della serata prevede dissertazioni a cura di Claudie Haigneré e Thomas Pesquet, entrambi astronauti francesi e poi una serie di installazioni, proiezioni e momenti musicali. Il tutto sotto lo sguardo benevolo di una Luna di 16 metri di diametro per ricordarci ancora una volta, la magnificenza del The Great Gig in The Sky, come suonavano i Pink Floyd.

Informazioni:

Quando: fino al 22 luglio 2019

Dove: Grand Palais al 3, avenue du Général Eisenhower, 75008 Paris

Metro : RER C fermata Franklin-Roosvelt o Champs-Elysées, Invalides

Info booking e tickets qui

Sarah Jay De Rosa

Autore: Sarah Jay De Rosa

Classe 1987 e pugliese purosangue. Sono laureata in Lettere Moderne e lavoro come redattrice dal 2012. Vivo tra l’Italia e Parigi dove collaboro come redattrice/traduttrice bilingue francese. Adoro la cultura, i Pink Floyd, Led Zeppelin e Peter Gabriel, per citarne alcuni. Sono museum addicted e adoro scarpe altissime che non metterò mai. Spero di farvi amare Parigi almeno un decimo di quanto la amo io.

Expo La Lune al Grand Palais fino al 22 luglio ultima modifica: 2019-07-22T09:58:15+02:00 da Sarah Jay De Rosa

Commenti

To Top